Cinema

A 89 anni ci lascia Lucia Bosè

Il coronavirus miete l’ennesima vittima, almeno stando a fonti spagnole. Ci ha lasciato oggi, 23 marzo 2020, l’attrice Lucia Bosè, spentasi a Madrid dopo un recente periodo in cui aveva accusato problemi di salute. Un nuovo, grave lutto nel mondo del cinema, che perde un altro importantissimo pezzo di storia.

Una foto di gioventù dell'attrice - immagine web
Una foto di gioventù dell’attrice – immagine web

Lucia Bosè: il ricordo di Metropolitan Magazine

Da Miss Italia a Luchino Visconti

Lucia Bosè (all’anagrafe Lucia Borloni) nacque a Milano il 28 gennaio 1931. Commessa in una pasticceria del capoluogo lombardo, venne notata da Luchino Visconti, il quale la incoraggiò ad entrare nel mondo dello spettacolo dicendole “Lei potrebbe diventare un animale cinematografico“.
Le porte del cinema le si aprirono nel 1947, dopo aver partecipato al concorso di Miss Italia e averlo vinto. Curioso constatare che nella stessa edizione parteciparono Gina Lollobrigida e Silvana Mangano che, assieme alla Bosè e a Sophia Loren, diventeranno le più famose maggiorate del cinema italiano.

Recitò fino al 1955, quando si sposò con il torero Luis Miguel Dominguín, da cui ebbe tre figli. Tornò poi sulle scene alla fine degli anni ’60, ma ricoprendo sempre parti secondarie.
Tra le sue collaborazioni più celebri ricordiamo quelle con Antonioni, Emmer, De Santis, Fellini, Rosi, senza tralasciare le volte in cui condivise lo schermo con il fidanzato Walter Chiari, a cui rimase legata finché non conobbe il marito.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora continua a seguirci su Metropolitan Magazine e sulla nostra pagina Facebook Il cinema di Metropolitan!

Chiara Cozzi

Critica cinematografica per passione, scrittrice per vocazione.
Back to top button