In un’intervista, il regista di Mad Max ha affermato di avere le idee chiare su quali potrebbero essere le basi per sviluppare la saga e quale dei personaggi potrebbe tornare.

L’Imperatrice Furiosa (Charlize Theron) – Photo Credit: overmental.com

Stando alle ultime interviste che il regista e sceneggiatore ha rilasciato, in vista del suo prossimo film “Three Thousand Years of Longing”, sembrerebbe proprio che la Warner Bros. e Miller siano giunti a un accordo riguardo un sequel per “Fury Road”. Che la casa di produzione statunitense avesse intenzione di finanziare un seguito all’action movie del 2015 era risaputo da tempo, ma alcune incomprensioni sul progetto avevano decisamente abbassato le aspettative. Poi si sa, Miller si è sempre dimostrato restio a svelare i dettagli dei suoi futuri piani cinematografici. Ma riguardo a Mad Max, Miller ha affermato di avere intenzione di sviluppare e sviscerare la trama di Fury Road, in particolar modo sul mondo legato alla tirannia di Immortan Joe e alla sua ascesa, nonché ai percorsi che hanno portato i personaggi a schierarsi con o contro di lui.

Non ho ancora chiuso con la storia di Mad Max. Penso che in questi casi si debba essere versatili e posso dirvi che sicuramente ci sarà un sequel dopo questo film. È stimolante lavorare a più progetti contemporaneamente. Mi capita di parlarne con i miei colleghi e penso che per quanto mi riguarda quando stai lavorando ad un qualcosa di nuovo capita di distrarsi concentrandosi su un’altra cosa. Ciò aiuta a raggiungere l’obiettivo finale perché hai un approccio sempre nuovo e dici a te stesso ”Pensavo di essere impegnato con questa cosa, ma ora non è così.

Un mondo che è divenuto ben presto parte integrante della cultura popolare australiana, influenzando le più svariate forme espressive, dal fumetto (di cui abbiamo parlato) ai videogiochi.

Queste le parole di Miller, che si è espresso anche su un personaggio specifico, Coma-Doof Warrior, il chitarrista cieco che fomenta le fila dei pirati del deserto con le sue fiammeggianti note. Il regista dice:

“Abbiamo un’intera storia su come è arrivato lì. Ci penso spesso. L’approccio al film è stato quello di riuscire a spiegare tutto. Non solo tutti i personaggi, ma ogni oggetto, come tutto ha trovato la sua strada in questo mondo e come è sopravvissuto.

Coma-Doof Warrior in “Mad Max: Fury Road” – Photo Credit: syfy.com

Non solo, è assai probabile che lo stesso Tom Hardy (Max Rockatansky) e Charlize Theron (Furiosa) torneranno nei film.

Insomma, mentre aspettiamo l’inizio delle riprese per il suo prossimo “Three Thousand Years of Longing”, che porterà la produzione a muoversi fra l’Australia, Londra e Instanbul, film che lo stesso Miller definisce un “anti-Mad Max”, dalla grande potenza visiva ma più dialogico, sappiamo che almeno tre sequel di Mad Max sono fra i progetti dell’autore australiano.

Seguiteci anche su Facebook e Instagram per nuove news da veri Nerd!

© RIPRODUZIONE RISERVATA