Cultura

Mario Venuti, le tappe siciliane del tour

Prosegue il tour estivo di Mario Venuti con due importanti date a Messina il 24 luglio, concerto che apre la rassegna all’Arena Villa Dante, e il 31 luglio a Valderice (TP).

Infatti dopo la pubblicazione di due singoli, che faranno parte del progetto discografico in uscita al termine dell’estate, contenenti “Ma che Freddo fa”, uscito il 7 maggio, e “Xdono”, uscito il 2 luglio, il cantautore siciliano incontra il proprio pubblico. E lo fa infatti nella dimensione a lui più congeniale, quella dal vivo. Un’occasione dunque per ascoltare, oltre al suo repertorio più famoso, anche un assaggio dei brani di questo nuovo progetto. Il live, con la produzione artistica di TONY CANTO, vedrà Mario Venuti sul palco assieme ai percussionisti Neney Bispo Dos Santos e Manola Micalizzi, e Vincenzo Virgillito al contrabbasso. 

Il singolo “Xdono” di Mario Venuti

Mario Venuti ha pubblicato, lo scorso 2 luglio, “Xdono”, uno dei brani più famosi di Tiziano Ferro. Dopo “Ma che freddo fa”, pubblicato lo scorso 7 maggio, Venuti compie un salto di quaranta anni. “Volevo inserire una canzone del repertorio pop più recente e la scelta è caduta su questo pezzo, riletto qui in chiave nordestina tra forrò, cumbia e lambada. Suggerisce un’atmosfera rurale grazie alla fisarmonica che detta il ritmo. Sembra quasi di veder pascolare in giro galline e bestie da soma.”

Il videoclip infatti, che ha regia di Lino Costa, girato in Sicilia, a Palazzolo Acreide, porta proprio in un paesaggio agreste e fuori dal tempo evocato da Venuti. Sarà disponibile poi anche il secondo dei quattro 45 giri  in edizione limitata autografati. Nella sola versione in vinile il lato B contiene Non ho l’eta (per amarti), brano di Gigliola Cinquetti. Inoltre, arancio è il colore della seconda delle quattro copertine dei vinili bianchi, create dall’artista Monica Silva e dal Creative Director Valerio Fausti che formeranno un’opera d’arte unica, caratterizzata da colori forti e vivaci; un tributo alla grande Carmen Miranda e al movimento tropicalista.

Un concept album dunque questo nuovo progetto nel quale Mario Venuti si diverte a giocare, tornando a mondi che già aveva toccato scrivendo Fortuna e che da sempre hanno caratterizzato il suo stile. Con la produzione artistica di Tony Canto, diventa puro interprete, rileggendo alcuni brani popolari della canzone italiana, scegliendo da periodi e generi diversi per disegnare un tema originale e sviluppare un’unica storia compositiva in cui ciascun brano traccia una linea netta che unisce la canzone italiana ai tropici.

Marianna Soru

Seguici su
Instagram
Facebook
Metrò

Metropolitan Magazine n. 3 – Giugno 2021

Back to top button