15 C
Roma
Aprile 15, 2021, giovedì

Matteo Costanzo: “Il brano ‘Eterno’ nasce da una riflessione su cos’è l’amore”

- Advertisement -

Matteo Costanzo è tra i giovani rivoluzionari della musica italiana. Compositore, cantante e producer di successo per artisti come Wrongonyou, Ultimo e Leo Gassman. Dopo il successo di “Vita” che ha rappresentato l’inizio di un importante percorso musicale, il giovane artista è tornato con un nuovo brano dal titolo “Eterno”. Una canzone d’amore che l’autore vive grazie ad una relazione stabile e felice e che rappresenta in un video da live session.

Qui la nostra intervista con Matteo Costanzo

MM: Ciao Matteo, come stai e come stai vivendo questo periodo?

MC: «In generale sto bene, fortunatamente sono sempre stato oberato di lavoro e di cose da fare. I momenti liberi li uso per me, per la mia musica e per la ricerca. Per fortuna ho questa compagna immortale che è la musica e che non mi fa mai sentire solo».

MM: Da poco è disponibile “Eterno”, cosa ci puoi raccontare di questo brano?

MC: «Il brano “Eterno” è stato scritto molto prima rispetto alla situazione che stiamo vivendo e questo scenario non c’era ancora. Era quasi un’altra vita. Ora stanno uscendo dei brani che per me sono già vecchi. Anche perché io scrivo in continuazione. In questo brano parlo di amore, del sentimento che mi ha aiutato a sopravvivere in questo periodo. L’amore  è stata la mia ancora di salvezza».

MM: Quindi è l’amore che ti ha ispirato a scrivere questo brano?

MC: «Sì, “Eterno” nasce da una riflessione su che cos’è l’amore. In particolare sulla relazione che sto vivendo adesso che è molto differente da quelle che ho vissuto in precedenza. Prima scrivevo di una lei, ora scrivo e basta. Non sento più quell’ansia della mancanza o della possessività. Vivo la relazione più serenamente e sana, sto bene con lei e sto bene con me stesso. La lontananza non è più un ansia, ma una piacevole mancanza».

MM: Un singolo intimo e romantico, ormai ti possiamo considerare un esperto dopo questo brano, ma per te cos’è l’amore?

MC: «È una domanda difficilissima a cui rispondere (ride ndr.). È la parte dell’essere umano che traspare di più. Ogni cosa che fa l’uomo è legato all’amore e all’unione che riesce ad avere con tutto quello che fa. È una piacevole illusione che unisce il tutto».

MM: L’idea del video in “Live Session”, è stata più un’esigenza o una scelta precisa?

MC: «Non è stata assolutamente una scelta legata al momento, anzi è stato un dramma per via delle mascherine. È stata un’esigenza di verità. Io ho un problema con la realtà, vorrei essere come Michael Jackson, ma non sono lui e non ho il budget che aveva lui per i videoclip. Se avessi quel budget farei anche dei film, ma ora non credo che sia utile. Ho preferito essere me stesso al 100% e far vedere cosa faccio, piuttosto che scervellarmi con un video».

Matteo Costanzo – Eterno – Video Live Session

MM: La musica è cambiata, oggi è liquida grazie alle varie piattaforme, ma l’intenzione dell’album c’è?

MC: «Assolutamente sì. Farò un percorso di uscite finché lo riterrò necessario per catturare l’attenzione. L’album uscirà come una PlayList finale con l’aggiunta di altre cose. Però l’ascolto è cambiato, il mercato è mutato ed anche il modo di esporsi è differente. Non ha senso pubblicare un album prima, anche perché oggi nessuno ha il tempo e la pazienza di ascoltare tutte le canzoni. Io invece le faccio sentire piano piano tutte e alla fine magari riesco a fare uscire una raccolta, con dentro anche altri inediti. Però l’album ha un senso alla fine di un percorso e non all’inizio».

MM: Tante le collaborazioni nella tua carriera, ma ci saranno anche in questo progetto?

MC: «All’interno ci sono e ci saranno tante collaborazioni, anche se non di cantanti famosi. Saranno collaborazioni con musicisti che stimo e che in ciò che fanno e suonano ci mettono del loro. Io lì considero allo stesso livello degli artisti socialmente riconosciuti. Il rapporto di featuring per me è sempre attivo».  

MM: Ci sarà un tema centrale in questo “album”?

MC: «Questo progetto l’ho incominciato a scrivere tre anni fa e i brani all’interno si sono evoluti. Il tema centrale però esiste ed è l’anima, come rete di cose che succedono nella vita e che ti spingono ad alzarti la mattina, per vivere e crescere. Queste canzoni riprendono ogni aspetto della mia vita, anche se in modo differente e spazieranno tra gli argomenti. Lì considero come dei racconti di ciò che mi è successo e ho vissuto in questi anni».

Seguici su

Facebook

Metropolitan Music

Instagram

Twitter

Spotify

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -
- Advertisement -

Continua a leggere

- Advertisement -

Ultime News

- Advertisement -