Videogames

May the 4th be with you – Top 5 migliori videogiochi su Star Wars “moderni”

Adv

May the 4th be with you…(visuale su un pianeta, poi navetta che passa di fianco).

La storia videoludica dei titoli su licenza in generale non ha mai brillato nel firmamento dei “giochi belli”. Cavalcando la popolarità dei brand su cui si basavano di release in release, i titoli su licenza si sono marchiati a fuoco da soli come “parassiti” del mondo dei videogiochi. Meri approfittatori del fatto che i fan tanto “li comprano lo stesso”. Se non fosse che, specie ultimamente, non è più vero nemmeno questo, dato che internet e la critica videoludica hanno scoperto tutti gli altarini e fatto saltare il “sistemone” di cui sopra. Quasi sempre, almeno (ugh).

In occasione del 4 maggio, giornata internazionale dedicata a Star Wars (per via dell’assonanza della frase “May the 4th be with you” e “May the FORCE be with you“) abbiamo quindi deciso di scegliere i 4 (+1) videogiochi su licenza basati su Star Wars che DAVVERO, ve lo assicuriamo, croce sul cuore, a furor di popolo e di critica vale la pena giocare oggi come allora. E per eccesso di zelo, abbiamo limitato la top 5 ai videogame giocabili oggi con facilità (da qui la parola “moderni” del titolo) senza tirare fuori PS2 o emulatori di sorta. Che la forza sia con voi, quindi, e con i vostri controller!

May the 4th be with you

May the 4th be with you – 5) Star Wars Knights of the Old Republic II: The Sith Lords (PC STEAM – 2,89€)

I fan storici di Star Wars e dei videogame su licenza “quelli belli” lo chiamano KOTOR II, usando le iniziali del titolo completo. Il videogioco di ruolo del 2004, Star Wars Knights of the Old Republic II: The Sith Lords, pubblicato originariamente da LucasArts per Xbox e PC è stato sviluppato da Obsidian Entertainment. Sì, proprio quelli che, qualche anno dopo, avrebbero portato a compimento RPG eccezionali come Fallout: New Vegas e Pillars of Eternity; nonchè più di recente The Outer Worlds. Il passaggio di consegne da KOTOR 1, che era stato completato da Bioware (!!!) fece all’epoca un gran bene alla serie.

KOTOR 2 è un action GDR che oggi potete prendere al costo di un caffè su Steam, e che al netto di una grafica sottotono (capitelo, è del 2004) è giocabile divertendosi anche oggi come pazzi. A patto di amare Star Wars, ovviamente. La storia, le classi giocabili, le movenze degli Jedi protagonisti e il sistema di combattimento in generale, fanno di KOTOR 2 un punto di riferimento per tutti i futuri giochi basati su Star Wars. Imperdibile.

May the 4th be with you

May the 4th be with you – 4) STAR WARS™ Jedi Knight: Jedi Academy (Nintendo Switch – 16,99 €)

Anche lui proveniente da un lontano passato semidimenticato, Jedi Knight: Jedi Academy è un titolo dalla struttura TPS che piacque parecchio quando fu rilasciato per la prima volta nel 2003. È stato costruito con il motore grafico di Quake III Arena, pur se con molte modifiche apportate per migliorare l’effetto finale. Se ne stiamo parlando oggi è anche perché poche settimane fa ne è stata rilasciata una versione rimasterizzata su Nintendo Switch.

Sulla falsariga di KOTOR e KOTOR 2 il fattore vincente di Jedi Academy è il dinamismo delle battaglie con spade laser che propone, e che in versione rimasterizzata sono supportate da un colpo d’occhio che fa tanto cartone animato. E che, quindi, ci piace un sacco! Colonna portante del titolo oggigiorno è però un inaspettatamente divertente (e popolato!) sistema multiplayer. I server sono da 15 giocatori, e le modalità sono 3: Assedio, Rubabandiera e Deathmatch. Vale la pena comprarlo su Nintendo Switch nel 2020? Sì. Tanto (lacrimucce di nostalgia). Specialmente ora che è in sconto!

May the 4th be with you

May the 4th be with you – 3) Battlefront 2 (PC Origin, PS4, Xbox One – dai 10€ ai 30€ cc.a)

E con un balzo quantico non indifferente arriviamo a un gioco più moderno: Battlefront 2. Dal primo, puramente multiplayer, è stato tratto un sequel che non solo prende quanto di buono iniziato con Battlefront originale (quindi la cura del comparto grafico e basta). Ma in più vi somma una storyline originale CHE FA PARTE DELLA STORIA CANONICA.

A parte questo, Il punto forte del gioco sono sempre e comunque le sfide in multigiocatore. Qualcuno lo ricorderà, qualcuno no, il fatto che in personaggi giocabili famosi (Jedi e sith vari) fossero sbloccabili a suon di lootbox acquistabili con denaro reale aveva inizialmente fatto arrabbiare giusto un paio di persone. E ha portato al ban , in Belgio come in altri paesi, dei sistemi basati sulle lootbox, per dire. Ma c’è da dire che EA, anche dall’occhio del ciclone di questa bufera mediatica spaventosa ha saputo tenere botta, e modificare il gioco dove serviva per trasformarlo in una piccola perla.

Oggi, per chi non è ancora scottato dalla falsa partenza iniziale, Battlefront 2 è un titolo da avere nella libreria a tutti i costi, se amate Star Wars. Anche perché costa davvero poco, specie su PC!

May the 4th be with you

2) Lego Star Wars (saga) (PC, PS4, Xbox One, Nintendo Switch)

Inaspettatamente, ne siamo certi, leggerete che al secondo posto di questa classifica c’è nientemeno che la serie di Lego Star Wars. A dicembre 2020 si arricchirà di un compendium rimasterizzato irrinunciabile per i neofiti: la Skywalker saga, ma intanto potete prendere a costi vari ma sempre abbastanza bassi i singoli giochi nella loro versione originale.

I giochi LEGO: li avete presenti sì? Quei minuscoli capolavori infarciti di battutine e situazioni comiche basate su sfondamenti della quarta parete e sulla semi-consapevolezza dei personaggi di essere fatti di mattoncini: stupendo. Ecco, tutti i titoli della serie Star Wars riescono in qualche modo ad essere divertenti in maniera trasversale, che siate bambini o meno. E lo fanno, rimanendo pure abbastanza fedeli ai film della saga!

Ora che ci penso…ma… allora questa è… una combo! Un gioco su licenza Star Wars… su licenza LEGO… al quadrato! Che se ci mettete il fatto che ora Star Wars è Disney… DIVENTA AL CUBO! Legonception.

1) Star Wars: Jedi Fallen Order (PC Origin, PS4, Xbox One – dai 30€ ai 40€ cc.a)

Infine, quello che non poteva non essere in questa classifica: Jedi Fallen Order. Una dichiarazione d’amore di Respawn Entertainment cantata sulle note della meravigliose danze sul filo incandescente delle spade laser che in esso possiamo manovrare. La contaminazione con il genere soulslike tanto decantata è in realtà il risultato degli esperimenti della Software House portati avanti nel campo del genere Action-Esplorativo, a cui il gioco è decisamente più vicino E, lasciatemelo dire, sono quanto di più fedele all’idea di “Star Wars” possiate immaginare.

Cos’è, in fondo, Star Wars? Una lotta del singolo contro la moltitudine, un’aspra battaglia apparentemente impossibile da vincere, che però, dopo molti tentativi e sacrifici, riusciamo a fare nostra. Un racconto di esplorazioni spaziali e una raccolta di fenomenali “mozza-fiatanti” panorami e scorci fantasy-fantascientifici, racchiusi all’interno di una narrazione lineare, accessibile, ma sempre entusiasmante.

Star Wars Jedi Fallen Order è più di un gioco su licenza, ed è più di un semplice Action RPG Soulslike. E’ il simbolo della rinascita della saga videoludica un tempo conosciuta anche al di fuori dell’ambiente cinematografico. Tanto che camminava sulle sue gambe da sola, senza eccessive spinte dall’alto. Un grido che rieccheggia nella galassia degli sviluppatori di videogiochi. Un invito a non preoccuparsi più della tendenza, del trend, del multiplayer a tutti i costi. Quindi, di nuovo, un Davide, solo contro un Golia gargantuesco composto di tanti piccoli giochi su licenza fallaci ed economici, fatti in fretta e furia per soddisfare il palato disabituato ai sapori dei fan meno attenti. Gioite, dunque: la speranza è rinata. E i Jedi vivono ancora, di nuovo, nelle nostre console.

Adv
Adv

Lorenzo Mango

Appassionato di Cinema e Serie TV, di libri e di fumetti, di video e di videogiochi. Di avventure, si può dire riassumendo. Non ama molto dormire, ma a volte lo costringono. Del resto, gli servirebbero delle "vite extra" per seguire tutti i suoi hobby e interessi. Intanto, fa quel che può con quella che ha: scrive, disegna, registra video, ogni tanto mangia. A tal proposito, potrebbe sopravvivere mangiando solo pizza. Se serve, anche pizza estera, quando viaggia. Sì, anche quella con sopra l'ananas.
Adv
Back to top button