Calcio

Mestre, lo stop non deve abbattere: ora testa al derby

Nell’ultima gara disputata, domenica, il Mestre ha riportato una sconfitta in trasferta contro il Belluno per 1-0. Un passo falso forse inatteso, ma che è costato la vetta agli arancioneri. Adesso però, non c’è tempo di abbattersi: domenica prossima infatti, gli uomini di Zecchin ospiteranno i rivali della Clodiense. Sarà un derby tutto da vivere, seppur in assenza di pubblico.

Passo falso con il Belluno

Poteva essere un’occasione per conquistare la vetta, ma alla fine almeno per il momento questa opportunità è sfumata. Il Mestre è uscito battuto dalla gara contro il Belluno e ad essere decisiva è stata una sfortunata deviazione di Corteggiano. A questo punto, il Trento ha l’opportunità per portarsi in testa alla graduatoria già da mercoledì.

Attualmente gli arancioneri occupano dunque la terza piazza grazie ai 17 punti conquistati in 9 partite. Il loro andamento mette in luce 5 vittorie, 2 pareggi e 2 sole sconfitte. I veneti hanno fin qui uno dei migliori attacchi del torneo con 14 reti e una difesa tutto sommato piuttosto solida, capace di subire solo 8 reti. Il capocannoniere e trascinatore della squadra fin qui è stato Fabiano Gianni, grazie alle sue 4 reti realizzate.

Domenica il Mestre sarà atteso nel derby

Come detto, soffermarsi sulle delusioni per una sconfitta sarebbe in grave errore. La testa degli arancioneri dunque è già rivolta alla gara di domenica in cui affronteranno la Clodiense. Una partita non semplice che oltre ai punti avrà in palio l’onore che ogni vittoria in un derby garantisce.

Il Mestre proverà ad aumentare il distacco dagli avversari e riavvicinarsi al discorso vetta, sperando anche in una mossa sbagliata da parte di Trento e Delta Porto Tolle. D’altro canto, sarà importante non concedere opportunità agli avversari, che in caso di successo aggancerebbero proprio gli arancioneri in classifica.

Maria Laura Scifo

Seguici su Metropolitan Magazine

Seguici su Facebook

Adv

Related Articles

Back to top button