Metro Roma, manutenzioni straordinarie della flotta

Metro Roma, 66 milioni di euro per rimettere a nuovo i treni delle linee A e B

Dopo mesi di brutte notizie per la viabilità romana forse arriva la prima bella notizia per la metro di Roma. Questa volta non si parla di stazioni chiuse o danni alle scale mobili, ma della gara per le manutenzioni straordinarie della flotta.

66 I milioni previsti per venire incontro ai problemi della metropolitana. Questi fondi fanno parte della convenzione sottoscritta tra Roma capitale e il ministero delle infrastrutture e dei trasporti. Un finanziamento totale di 425 milioni di euro.

Metro Roma
Metro Roma
fonte: google.it

Le risorse sono state stanziate nel 2018 dall’allora governo centrale. Assieme anche al bando da 169 milioni di euro per l’acquisto di 20 nuovi treni (fondi stanziati nel 2017 dall’allora governo Gentiloni). Non può che essere una boccata d’aria per i cittadini romani.

Il progetto consiste nella progettazione, costruzione, fornitura e manutenzione di 15 treni da adibire al servizio di trasporto pubblico sulla linea B e B1 della metropolitana di Roma. Comprende anche 5 anni di manutenzione full service. Gli altri 5 treni saranno invece destinati alla linea A.

È compresa anche la fornitura di materiali di prima scorta. Infine anche fondi per atti vandalici ed incidenti.

Affidata ad Atac il ruolo di stazione appaltante per l’espletamento del bando. “Nell’ambito del contratto di servizio, l’azienda di trasporto pubblico rivestirà il ruolo di stazione appaltante per l’espletamento della procedura a evidenza pubblica” riporta una nota stampa diffusa dal Campidoglio.

Metro Roma
Metro Roma
fonte: google.it

I commenti

“Nuovi treni per un servizio più puntuale ed efficiente a beneficio della nostra città” commenta la Raggi. “Investimenti importanti che consentiranno di aumentare la qualità del servizio, la sua frequenza e il comfort degli utenti. Risorse che si aggiungono a quanto già destinato per la manutenzione delle infrastrutture” conclude poi la sindaca.

L’assessore alla Mobilità Pietro Calabrese spiega: “Abbiamo definito un programma puntuale e realizzato interventi sugli armamenti e scambi dei binari. Ora queste risorse vanno a rinnovare una flotta di treni che sconta un gap infrastrutturale decennale”

LEGGI TUTTA L’ATTUALITÀ

SEGUICI SU FACEBOOK