“La storia di Eleanor mi ha dato l’opportunità di esplorare temi incredibilmente contemporanei in un contesto d’epoca, ma ho ritenuto necessario capovolgere i clichés del dramma in costume”. Commenta così il film “Miss Marx” la regista Susanna Nicchiarelli (regista del fortunatissimo film ‘Cosmonauta’), in concorso per Venezia77 al Festival del cinema omonimo.

“Ho cercato di sovvertire l’immagine dell’eroina vittoriana e sostituirla con quella emblematica e moderna di una donna che combatte sul fronte personale e pubblico. Credo che la storia di Eleanor richieda di essere raccontata con delicata ironia: la sua vita sentimentale fu assurda e tragica, i suoi guai condivisibili anche per le donne di oggi. Ma questa storia richiede anche un profondo rispetto: le battaglie di Eleanor e dei suoi compagni risultano più che mai attuali e urgenti, oggi come ieri”. -Susanna Nicchiarelli-

Eleanor è la figlia più piccola di Karl Marx: tra le prime donne ad avvicinare i temi del femminismo e del socialismo, partecipa alle lotte operaie, combatte per i diritti delle donne e l’abolizione del lavoro minorile. Quando, nel 1883, incontra Edward Aveling, la sua vita cambia per sempre, travolta da un amore appassionato ma dal destino tragico. Eleanor Marx, studiosa e filosofa, fin dalla nascita cerca di convivere con un ingombrante fardello sulle spalle: l’eredità intellettuale del padre Karl Marx. Eleanor, seguendo gli insegnamenti e gli studi del padre, aumenta i costituenti delle battaglie del partito comunista, includendo anche le donne. Nel suo grido è forte il ruggito alla lotta di classe, alla call of duty che Eleanor non può non ascoltare. Dai sobborghi di questa Londra ottocentesca si accatastano, uno a uno, loro, gli umili, gli invisibili. I poveri che ripopolano, massicci, strade e quartieri.

La Nicchiarelli ci propone una Eleanor Marx vicina a noi, che canta e balla al ritmo di musiche pop anni ’90. Un artificio stilistico che, oltre a dare ritmo e azione al lungometraggio, ci avvicina emotivamente al personaggio storico. Da contraltare alla Eleanor politica, la sua intima e turbolenta storia d’amore con Edward Aveling (drammaturgo). Miss Marx sarà al cinema dal 17 settembre, consigliamo assolutamente la visione!

Seguici su MMI e Metropolitan cinema

© RIPRODUZIONE RISERVATA