Cultura

MMI Today | La Giornata Mondiale del Rifugiato

Il 20 giugno è dedicato a tutti coloro che fuggono dalla guerra e dalle persecuzioni: è la Giornata del Rifugiato.

Oggi ricorre la Giornata Mondiale del Rifugiato, un appuntamento globale che si occupa di una tematica molto spinosa, quella delle migrazioni e del diritto d’asilo.

In realtà il 20 giugno ha a che fare con il tema dei rifugiati fin da tempi non sospetti: nel lontano 1951, infatti veniva approvata dall’ONU la Convenzione sullo status di rifugiato. Ciò non stupisce: dopo la Seconda Guerra Mondiale il tema dell’accoglienza di chi fuggiva dalla guerra o dalla tirannia era ancora molto caldo e risultava caro anche ai nostri padri costituenti. Questi infatti riservarono un posto nella Costituzione al diritto d’asilo, in particolare all’articolo 10 comma 3.

Con la Convenzione di Ginevra si arrivava alla prima definizione dello status di rifugiato, che avrebbe disciplinato l’accoglienza fin da allora. Non a caso la Giornata Mondiale del Rifugiato viene istituita il 20 giugno del 2001, a cinquant’anni esatti da quella prima convenzione.

Dei bambini si trovano all'esterno di un capannone dell'UNHCR, l'ufficio che si occupa dei rifugiati in seno all'ONU, promotore e protagonista della Giornata Mondiale del Rifugiato
Rifugiati in Uganda – fonte: UNHCR Canda

Da allora tale giornata ha assunto una valenza via via diversa, poiché guerre e crisi economiche hanno iniziato delle migrazioni di massa, rendendo il tema dei rifugiati tutt’altro che pacifico.

Senza scendere nelle implicazioni politiche, la Giornata Mondiale del Rifugiato serve a promuovere le idee di integrazione, di accoglienza e di rispetto dei diritti umani. Questi valori sono al centro della campagna mediatica #WithRefugees, dell’UNHCR, così come di tutte le iniziative promosse da diverse associazioni in questa giornata.

A che serve una Giornata Mondiale del Rifugiato?

La Giornata del Rifugiato può essere dunque un’occasione per sfuggire ad una visione stereotipata della migrazione, fatta di immagini di barconi e centri d’accoglienza straripanti. Può essere il momento in cui sfuggire alla confusione che spesso si fa tra rifugiati e immigrati clandestini. O anche un’opportunità di scoprire le forme legali di accesso al diritto d’asilo, come ad esempio i corridoi umanitari.

Per molte associazioni, religiose e non, sarà anche un momento per commemorare le molte persone morte in mare in questi anni, a causa dei “viaggi della speranza”.

Tra la diverse iniziative segnaliamo quella del MAXXI a Roma, che alle 20:30 proietterà il documentario “Where Are You?“. Si tratta di un interessante reportage sulle persone comparse in un famoso scatto del 2014, che ritraeva un barcone.

L’autore della foto, Massimo Sestini, in collaborazione con National Geographic e con il regista Jesús Garcés Lambert, hanno rintracciato le persone in foto e ne hanno raccontato la storia.

Il 20 giugno nella storia

Tornando molto indietro, in un’epoca in cui le relazioni tra popoli erano decisamente più problematiche, il 20 giugno 451 assistiamo alla Battaglia dei Campi Catalunici. Dopo un’estenuante campagna, il generale Flavio Ezio riesce a sconfiggere le forze Unne di Attila.

Diversi secoli dopo, il 20 giugno diviene una data cara agli accademici. Nel 1214 infatti, l’Università di Oxford riceve il suo status.

Nel 1789, il 20 giugno è teatro del giuramento della Pallacorda, uno dei primi atti della Rivoluzione Francese. Due anni più tardi Luigi XVI tenta la fuga da Parigi vestito da servo, ma si rivela inutile e viene catturato.

La Regina Vittoria con il velo, e la fascia regale in un dagherrotipo
La regina Vittoria, ascesa al torno il 20 giugno – fonte: WikiMedia Commons

Lo stesso giorno della caduta del monarca francese, una grande sovrana britannica ascende al trono. E’ infatti il 20 giugno del 1837 quando la diciottenne Vittoria Hannover diviene Regina del Regno Unito, dando inizio all’età vittoriana.

Ma non sono certo solo sovrani e generali a fare la storia: il 20 giugno è anche l’anniversario di una grande innovazione tecnologica. Nel 1877, infatti, Alexander Graham Bell installa il primo servizio telefonico commerciale ad Hamilton, Ontario.

Nilde Iotti al microfono in uno scatto in bianco e nero
Nilde Iotti, archivio Giangiacomo Feltrinelli

Nel 1979 è il turno di un’innovazione sociale in Italia, quando Nilde Iotti diviene la prima donna a ricoprire la carica di Presidente della Camera.

Infine, nel 1990, la Germania, tornata unita dopo la Guerra Fredda, ristabilisce la capitale a Berlino.

Compleanni VIP

Compie cinquantadue anni Luigi De Magistris, ex magistrato e sindaco di Napoli. Sua coetanea la bellissima Nicole Kidman, attrice australiana con una lunghissima filmografia alle spalle.

Nicole Kidman in uno scatto ravvicinato
Nicole Kidman, compie 52 anni oggi – fonte: Amica.it

Dividono la data con loro la star del pop Lionel Richie, autore dell’intramontabile “All Night Long” e il calciatore britannico Frank Lampard.

Nasceva oggi anche il discusso leader dell’estrema destra francese, Jean Marie Le Pen.

Il Compleanno di un classico

Il 20 giugno del 1975 usciva nella sale americane Jaws, conosciuto in Italia come “Lo Squalo“. Il suo tema d’accompagnamento diviene tra i più riconoscibili della storia del cinema.

Luca Raiti

Back to top button