Games

Monster Hunter Rise Recensione PC, definitivamente il migliore della serie

Adv
Adv

Il titolo di questa recensione di Monster Hunter Rise in versione PC Steam dice tutto: è ufficialmente e innegabilmente il miglior Monster Hunter di sempre. Anzitutto, è consistente nel gameplay; lo stesso della versione Switch ovviamente, ma “aiutato” dall’ottima operazione di  porting. Così, gli impeccabili level design, creature e character design sono valorizzati al massimo dalle risoluzioni aumentate “sbloccate” dalla potenza di calcolo del PC. E la fluidità impareggiabile dei movimenti di amici e nemici chiude il cerchio di una versione del titolo Capcom che tutti speravano, prima o poi, di poter toccare con mano. Badate, non per togliere qualcosa al miracolo, innegabile, rappresentato dal titolo “vanilla” su nintendo Switch. Semplicemente, la console ibrida Nintendo non ha mai nascosto il suo disinteresse nei confronti della “battaglia delle dimensioni”… dell’hardware.

Prima di iniziare questa breve disamina sul titolo, che abbiamo già lungamente apprezzato e discusso in versione Nintendo Switch nella nostra RECENSIONE, vi ricordiamo le specifiche consigliate e minime diramate da Capcom attraverso la piattaforma di distribuzione Steam. Con un piccolo appunto: la nostra esperienza è stata condotta con un PC di fascia alta armato di CPU AMD Ryzen 7 3700x e GPU Nvidia RTX 3070 (non overclockata).  Così, la giocabilità si è rivelata impeccabile dall’inizio alla fine dell’avventura. Il PC non ha dovuto faticare affatto (temperature nella norma, nessun lag o freeze di sorta) per gestire il titolo in 2K; e il supporto al controller classico per Xbox non ci ha fatto rimpiangere il pur ottimo Pro Controller della Switch. 

Monster Hunter Rise Recensione PC

REQUISITI MINIMI Monster Hunter Rise PC

  • Sistema operativo: Windows 10 (64-bit)
  • Processore: Intel Core i3-4130 o Core i5-3470 or AMD FX™-6100
  • Memoria: 8 GB di RAM
  • Scheda video: NVIDIA GeForce GT 1030 (DDR4) o AMD Radeon RX 550
  • DirectX: Versione 12
  • Rete: Connessione Internet a banda larga
  • Memoria: 23 GB di spazio disponibile

REQUISITI CONSIGLIATI Monster Hunter Rise PC

  • Sistema operativo: Windows 10 (64-bit)
  • Processore: Intel Core i5-4460 o AMD FX-8300
  • Memoria: 8 GB di RAM
  • Scheda video: NVIDIA GeForce GTX 1060 (VRAM 3GB) o AMD Radeon RX 570 (VRAM 4GB)
  • DirectX: Versione 12
  • Rete: Connessione Internet a banda larga
  • Memoria: 23 GB di spazio disponibile
Monster Hunter Rise Recensione PC

Monster Hunter Rise Recensione PC, su Switch colpisce, su PC rapisce…

A ricevere il boost più consistente in termini di estetica sono, prima di ogni altro aspetto, i paesaggi. Gli stessi che su Nintendo Switch un po’ soffrivano, costretti dentro la possibilità della portatilità, su PC si delineano con maggior chiarezza, un FOV esteso, e una pulizia generale che si nota a colpo d’occhio. Arrampicarsi sulle alture più irraggiungibili delle mappe, la cui verticalità abbiamo lodato a sufficienza nella recensione del gioco quando lo testammo su Switch, è un’operazione ancor più meritevole di essere portata a termine. Ma forse, i giocatori più incalliti potrebbero non avere tempo di godersi i vasti panorami di ogni location. E preferiranno cimentarsi nelle lotte Mostruose, cardine del gameplay di Monster Hunter.

Meno male, allora, che anche quasi tutte le texture che vestono i modelli in game siano state approfondite e ridisegnate per non sfigurare su quel monitor 4K che avete appena comprato! Tranquilli: anche voi con dispositivi meno pretenziosi, 2K o FullHD, non potrete che sgranare gli occhi di fronte ai gargantueschi avversari dei nostri/e cacciatori/cacciatrici. Ancora una volta, però, mi trovo in parallelo a dover lodare la conversione, e difendere da possibili “attacchi” retroattivi il gioco originale.

Se è stato possibile, per Capcom, sfornare un porting di così alta qualità in un tempo relativamente breve, è perchè modelli 3D e dettagli vari ed eventuali di mostri, location e personaggi erano già stati definiti. E a ben vedere, su Switch la loro presenza, pur con i dovuti compromessi del caso, era una delle ragioni per la quale critica e pubblico si sono riuniti in un grido unanime di approvazione. Ben prima che mi accingessi, o anche solo pensassi, di trovarmi a scrivere questa recensione di Monster Hunter Rise per PC. 

Monster Hunter Rise Recensione PC, definitivamente il migliore della serie

…ma World (esteticamente) ancora non si batte!

Eppure, nonostante tutto e nonostante il voto che leggerete in calce a questa recensione, ovviamente Monster Hunter Rise su PC non è perfetto. Così come non lo era il gioco su Nintendo Switch, che rispetto al precedente World soffriva delle problematiche ereditate dalla “tradizione” che rievoca con rinnovato vigore e volontà. Monster Hunter resta, e in un certo senso torna a essere un’esperienza di nicchia. Dedicata ai giocatori più volenterosi, attenti e desiderosi di immergersi in una missione più complessa di quanto si possa presagire dall’esterno.

World, in un certo senso, aveva smussato alcuni degli angoli del titolo; facendogli sì perdere in evocatività, tradizione e “effetto nostalgia”. Ma anche aprendo le porte a stuoli di appassionati stregati dagli aspetti più evidentemente spettacolari di Monster Hunter. La speranza di Capcom, che si unisce alla nostra, è che quei giocatori nati e cresciuti su PC, di più, alcuni proprio su World, non si sentano troppo “confusi” dall’apparente dietrofront che Rise rappresenta in alcuni dei suoi aspetti più “RPG” e meno “Action”. 

E che, in ultimo, a quegli stessi giocatori non pesi troppo l’evidente, perchè lo è, operazione di porting da Switch. Se, infatti, restano validi tutti i complimenti dei paragrafi precedenti a questo, Monster Hunter Rise su PC non è stato pensato, sviluppato e portato a compimento per le risoluzioni che gli sono ora consentite e spalancate su Steam. Dissimula bene, si impegna e stupisce con guizzi di pura perfezione ludica, estetica e persino narrativa. Ma se paragonato a Monster Hunter World, proveniente persino dalla scorsa generazione, mostra il fianco a un titolo che aveva letteralmente portato “il mondo” di Monster Hunter su un nuovo livello quanto a dettagli presenti a schermo in ogni angolo di ogni singola mappa; movenze dei mostri naturali, spaventosamente verosimili e sfaccettate; ed eleganza di moveset, movimenti e meccaniche dei personaggi giocabili. 

Monster Hunter Rise Recensione PC, definitivamente il migliore della serie

Monster Hunter Rise Recensione PC, in conclusione: PERFETTO, peccato per il cross-save/play

Ribadisco, però, che persino a fronte di paragoni quasi “ingiusti”, Monster Hunter Rise su PC resta la versione definitiva di questa stagione di caccia. Anche se, a dirla tutta, un particolare mi assilla dal momento dell’annuncio. Un dettaglio forse non influente per la maggiorparte dei player a cui questo porting è destinato; giocatori che non hanno la Switch, o che hanno preferito attendere il prevedibile porting su PC. E che, quindi, non hanno bisogno di CROSS SAVE (salvataggi trasportabili da Switch a PC) o CROSS PLAY (giocare insieme ai player sui server Switch). Perdonatemi: ma dall’alto dei miei numerosi anni in compagnia della serie Capcom, non posso che restare un po’ deluso dalla mancanza di entrambe queste feature. 

A parte questo, concludo la recensione di oggi come conclusi quella della versione Nintendo Switch di Monster Hunter Rise. Ricordandovi che, ancora una volta, ci troviamo di fronte a un titolo destinato ad arricchirsi con nuovi eventi; mostri e sfide; collaborazioni con altri franchise. Sotto forma di update gratuiti periodici e, soprattutto, contenuti in un succoso (si spera) DLC in arrivo questa estate: Sunbreak. Buona caccia, giocatori/giocatrici tutti e tutte. Scaldate i PC, i polpastrelli, e tenetevi ben idratati: il Magnamalo in altissima risoluzione, circondato di nuovi particellari e fiammeggiamenti assortiti fa ancora più paura di prima. Ve lo garantisco. 

MONSTER HUNTER RISE RECENSIONE PC

+Porting perfetto della versione Switch
+Le texture in alta risoluzione commuovono
+Requisiti minimi non esagerati, il gioco a “minimo” è comunque bellissimo

-Niente Cross Save e Cross Play
-La mancata portabilità un po’ si fa sentire (aspettiamo Steam Deck?)

VOTO: 9.9

Adv
Adv

Lorenzo Mango

Appassionato di Cinema e Serie TV, di libri e di fumetti, di video e di videogiochi. Di avventure, si può dire riassumendo. Non ama molto dormire, ma a volte lo costringono. Del resto, gli servirebbero delle "vite extra" per seguire tutti i suoi hobby e interessi. Intanto, fa quel che può con quella che ha: scrive, disegna, registra video, ogni tanto mangia. A tal proposito, potrebbe sopravvivere mangiando solo pizza. Se serve, anche pizza estera, quando viaggia. Sì, anche quella con sopra l'ananas.

Related Articles

Back to top button