Cinema
Trending

Mostra del cinema di Venezia, sono ammessi i registi russi che si oppongono a Putin

Come Cannes, anche Venezia 2022 bandisce la presenza delle delegazioni ufficiali russe. Tuttavia, accoglierà i registi russi che si oppongono alla politica espansionistica di Putin.

La Mostra di Venezia rimane aperta ai registi russi

La Biennale di Venezia, l’organizzazione artistica dietro la Mostra del Cinema di Venezia ha annunciato che i film e i registi russi saranno accolti a Venezia 2022 fintanto che la loro politica non sarà d’accordo con il presidente Putin. Nessuna penalizzazione dunque per gli artisti russi.
La 79esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, organizzata dalla Biennale e diretta da Alberto Barbera, avrà luogo al Lido di Venezia dal 31 agosto al 10 settembre.
La Biennale di Venezia, ha rifiutato qualsiasi forma di collaborazione con chiunque abbia compiuto, o sostenuto, l’atto di aggressione che da giorni si sta riversando sull’Ucraina.
Il festival “non accetterà, quindi, la presenza a nessuno dei suoi eventi di delegazioni ufficiali, istituzioni o persone legate a qualsiasi titolo al governo russo”. Questo il comunicato ufficiale. I singoli autori russi potranno però partecipare alla manifestazione.

Precedentemente, anche il Festival di Cannes aveva preso provvedimenti riguardo la situazione in Ucraina. Questo il comunicato diffuso in cui vieta l’accesso all’edizione 2022 del festival alle delegazioni russe. “Durante l’inverno del 2022, il Festival di Cannes è entrato nella sua fase di preparazione. A meno che la guerra legata all’aggressione finisca in condizioni che soddisfano il popolo ucraino, è stato deciso che non accoglieremo delegazioni ufficiali russe e nemmeno accetteremo la presenza di chiunque abbia un legame con il governo russo“. Si specifica però che i singoli registi saranno comunque accolti.
Tuttavia non è stato svelato in che modo si affronterà la possibile presenza di opere prodotte in Russia nella selezione ufficiale.

Anche gli European Film Awards condannano la politica di aggressione russa dichiarando che escluderanno i film russi. “Le azioni di Putin sono atroci e totalmente inaccettabili e le condanniamo fermamente”, si legge nel comunicato della European Film Academy.

Beatrice D’Uffizi

Twitter https://twitter.com/MMagazineItalia
Instagram : https://www.instagram.com/metropolitanmagazineit
Facebook: https://www.facebook.com/metropolitanmagazineitalia/


Back to top button