Motomondiale

MotoGP, KTM non vuole perdere due “stelline”: Stefan Pierer spiega tutto

KTM al lavoro per non perdere due piloti promettenti attualmente impegnati in Moto3 e Moto. Stefan Pierer, manager della scuderia austriaca, in un’intervista a Speedweek ha spiegato alcuni aspetti inerenti le strategie KTM, sui giovani piloti.

KTM e la sua politica piloti

Nell’ultimo GP di Catalogna, la KTM ha festeggiato la vittoria grazie all’ottima gara disputata da Miguel Oliveira. Il pilota portoghese, sino a qui, ha raccolto 54 punti. Anche il compagno di squadra, l’australiano Brad Binder, non è rimasto a guardare e in questa stagione, dopo 7 gare, ha già collezionato il bottino di 43 punti.

Entrambi i piloti, hanno caratterizzato la loro carriera, una lunga militanza con la scuderia austriaca della KTM, squadra con la quale hanno attraversato praticamente tutte le categorie, sino ad approdare alla MotoGP.

Il loro, va detto, non è un caso isolato, bensì una politica sui piloti che la scuderia ha intensione di proseguire, anche con piloti più giovani e attualmente impegnati in Moto3 e Moto2. Ci riferiamo ai talentuosi Raul Fernandez e Pedro Acosta. Il mercato piloti, tuttavia, rischia di sottrarre le due stelline alla KTM, anche se i due piloti hanno già un contratto pluriennale con la squadra austrica.

Proprio su questo argomenti, Stefan Pierer ha rilasciato alcune dichiarazioni a Speedweek pochi giorni fa, che spiegano bene quale sia la politica che il team ha intenzione di portare avanti.

Contratti a lungo termine con giovani piloti

La strategia della KTM è tanto “semplice” quanto complessa nella sua realizzazione. La squadra individua giovani talenti e con loro sottoscrive contratti pluriennali, che permettono ai piloti di crescere, sino ad approdare alla MotoGP. È quanto fatto con Oliveira e Bind, ma anche con Jorge Martin. La dipartita di quest’ultimo verso altri lidi (leggi scuderia), ha però messo in allarme Pierer, CEO di KTM, che non vuole si ripetano queste “fughe” in futuro.

Potenzialmenente Pedro Acosta (Moto3) e Raul Fernandez (Moto2), possono attirare (se non lo hanno fatto), offerte da altre squadre, che avrebbero per obiettivo la rescissione del contratto con la squadra austriaca.

Evitare questo pericolo, sembra uno degli obiettivi dei vertici della scuderia austriaca. Sulla questione, infatti Stefan Pierer ha detto a Speedweek. “L’ho già detto a Carmelo Ezpeleta, se lasciamo fare queste cose, non avremo disciplina in futuro“.

Autore: Adriano Fiorini

Articolo precedente

Seguici su:

Pagina Facebook Sport Metropolitan

Pagina Facebook Metropolitan Magazine Italia

Account Twitter Ufficiale Metropolitan Magazine Italia

Motomondiale

(Photo credits: KTM Factory Racing)

Link foto: https://www.facebook.com/KTMRacing/photos/pcb.10158546863405000/10158546863325000/

Adriano Fiorini

"Lo sport va a cercare la paura per dominarla, la fatica per trionfarne, la difficoltà per vincerla." (cit. Pierre De Coubertin). C'è allora qualcosa di più divertente da raccontare?
Back to top button