Motomondiale

MotoGP, Mir e il rinnovo con la Suzuki: false le voci su Honda e Yamaha

Nuova stagione, nuovo inizio. Così per Joan Mir, che sembra ora guardare con ottimismo al prossimo campionato di MotoGP 2022, in partenza questa domenica da Losail in Qatar. Punta così in alto lo spagnolo che, da campione del mondo 2020, non ha poi mantenuto gli alti livelli lo scorso anno, arrivato terzo. Una riconquista del proprio titolo per cui Mir correrà però con la stessa Suzuki. Notizia inaspettata, viste le iniziali intenzioni del pilota di guardare ad altre squadre per una più accanita lotta iridata. Note anche le voci secondo cui lo avrebbe considerato la Honda, allora indecisa tra lo spagnolo e Fabio Quartararo. Tra le alternative era emersa anche Yamaha. Tutte false notizie poi smentite dallo stesso Mir, adesso più che convinto del rinnovo con Suzuki.

Mir ottimista sulla prossima stagione: convinto del rinnovo con Suzuki. Smentite le voci sull’avvicinamento a Honda e Yamaha

Una stagione che sembra prospettare buoni risultati per Joan Mir, pronto a riavviare il proprio percorso con Suzuki, soprattutto dopo il collaudo in pista della GSX-RR 2022:

Sono concentrato sull’iniziare bene la stagione 2022, perché il mio obiettivo è quello di essere di nuovo campione del mondo – ha dichiarato lo spagnolo su As – Volevo vedere come andava la nuova moto e chi sarebbe stato il nuovo team manager. Suzuki ha fatto un grande lavoro per soddisfare le nostre richieste, pertanto la mia priorità sarà quella di rinnovare il contratto. Il mio manager incontrerà Livio Suppo per discutere e negoziare i dettagli del rinnovo”.

Molto determinato verso l’ambito titolo iridato, Mir ha così mantenuto una ferma decisione nelle sue richieste, aspettandosi soprattutto una moto e un team manager all’altezza dei suoi obiettivi. Attese di importanti evoluzioni che non sembrano comunque aver spinto Mir a rinnegare Suzuki, confermando poi il rinnovo anche grazie alle risposte positive alle sue richieste. Smentite, infatti, anche le voci dei presunti avvicinamenti a Honda e Yamaha:

Le indiscrezioni su Honda HRC o Yamaha sono totalmente false. Ho molto rispetto per quei marchi, ma la mia priorità è continuare con Suzukiha infatti ammesso il pilota spagnolo – Avevo chiesto un’evoluzione e l’assunzione di un team manager e hanno risposto positivamente alle mie richieste. Ma non abbiamo ricevuto offerte da nessun team di MotoGP. Al giorno d’oggi tanti giocano a fare i giornalisti senza esserlo, facendo circolare fake news senza alcun controllo.

Mir ha poi parlato bene anche del nuovo team manager Suzuki:

Livio è una persona con grande esperienza e ha avuto molti successi nella sua carriera professionale e penso che potrà aiutare molto la squadra”.

Seguici su Metropolitan Magazine.

Liliana Longoni

(credit-foto-Il campione del mondo in carica Joan Mir ha parlato delle sue sensazioni dopo il titolo vinto, degli avversari e della Suzuki – Motogp.com)

Back to top button