Cultura

Nasce il Museo Italiano dell’Audiovisivo e del Cinema

Nasce Il Museo Italiano dell’Audiovisivo e del Cinema a Roma. Un luogo dedicato alle voci e alle immagini della storia italiane. Racchiude filmati e suoni tra radio, cinema e televisione.

Nasce il Museo Italiano dell'Audiovisivo e del Cinema
Credits: Ufficio Stampa Mibact

Dal prossimo dicembre è possibile visitare il Museo Italiano dell’Audiovisivo e del Cinema (MIAC) dentro gli Studi di Cinecittà. La missione è quella di ripercorrere 120 anni di storia del cinema, della televisione, della radio e del fumetto attraverso suoni, luci, foto, backstage, sigle e immagini.

Il MIAC si estende in uno spazio 1200 metri quadrati, che un tempo ospitavano il laboratorio Sviluppo e Stampa e poi caduto in disuso. L’area museale si sviluppa in 12 sale principali, ognuna dedicata a un tema specifico, che raccontano quel mondo in maniera inedita, seguendo l’arco temporale che, dagli inizi, arriva ai giorni nostri.

Voluto e finanziato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo con 2,5 milioni di Euro, il MIAC è realizzato da Istituto Luce-Cinecittà, in partnership con Rai Teche e con il Centro Sperimentale di Cinematografia. Nel progetto anche la Cineteca di Bologna e l’Aamod.

Nasce il Museo Italiano dell'Audiovisivo e del Cinema
Credits: Ufficio Stampa Mibact

Le installazioni sono realizzate dagli artisti di None collettive, i quali dichiarano: “Abbiamo rielaborato circa 400 film in un unico percorso narrativo che non intende essere esclusivamente divulgativo ed esaustivo. Abbiamo cercato di stimolare l’interesse e la curiosità dei visitatori a scoprire e approfondire il mondo del cinema, della televisione e della radio italiane. La tecnologia ci consente di ricercare diverse forme narrative, utilizzando differenti media e stimolando la percezione. É l’evoluzione dell’audiovisivo, di una pellicola o di un libro, che non sostituisce i media originari, ma li unisce e li arricchisce con nuove tecniche e dinamiche, come il movimento dello spettatore e gli infiniti punti di vista, creando un nuovo linguaggio”.

Nasce il Museo Italiano dell'Audiovisivo e del Cinema
Credits: Ufficio Stampa Mibact

La soddisfazione del Ministro Franceschini

“Il MIAC è una delle prime due iniziative finanziate con il piano strategico Grandi Progetti Beni Culturali, previsto dall’Art bonus del 2015″ sostiene con orgoglio il Ministro Dario Franceschini e aggiunge “Questo museo permette di conoscere la gloriosa storia del cinema, tenendo aperta una porta sul presente e sul futuro. Ora è importante che il MIAC diventi un punto di riferimento non solo per appassionati e cinefili, ma anche e soprattutto per le scuole, autentici serbatoi della creatività di domani”.

Un

Back to top button