Napoli-Atalanta, sfida Malinowskyi-Mertens: “attaccanti mascherati”

La Serie A è pronta, seppure l’ombra del Covid-19 è sempre di più presente, a vivere il suo primo ciclo intenso di partite. Dopo la pausa per le Nazionali è ora di tornare in campo ed il programma della terza giornata di campionato è particolarmente ricco: di sicuro Napoli-Atalanta è uno degli appuntamenti più attesi. Domani (ore 15:00) ci sarà il fischio di inizio tra le compagini di Gattuso e Gasperini. I nerazzurri sono a punteggio pieno mentre per i partenopei c’è stata la scottante sconfitta per 3-0 a tavolino con un punto di penalizzazione annesso contro la Juventus. Un match che si preannuncia spettacolare e molto incerto, le squadre almeno sulla griglia di partenza sono state prevalentemente inserite subito dietro a Inter e bianconeri. L’Atalanta sembra infermabile, una vera e propria macchina da goal mentre il Napoli ha dimostrato di essere un gruppo unito che con gli arrivi di Oshimen e Bakayoko ha trovato dal calciomercato i rinforzi richiesti dal tecnico calabrese.

Mertens (Getty Images)

Mertens vs Malinowskyi: Napoli-Atalanta è anche questo

Napoli-Atalanta è un match che si preannuncia spettacolare, visto il talento dei calciatori in campo ed il gioco espresso dalle squadre. Dries Mertens sarà titolare nel 4-2-3-1 di Gattuso: il belga agirà da trequartista dietro a Oshimen. Con l’arrivo del nigeriano, “Ciro” è stato arretrato di qualche metro e non agisce più da centravanti, ruolo che lui in passato ha ricoperto reinterpretandolo in modo atipico. Mertens non è considerabile un attaccante puro ma i numeri sono dalla sua parte visto che il numero quattordici, durante la scorsa stagione, è diventato il realizzatore più prolifico della storia del Napoli.

Il belga ha dimostrato di poter essere decisivo sotto porta ed in questo nuovo Napoli è considerabile un pericolo costante per le difese avversarie anche giocando in posizione più arretrata. Anche Malinowskyi sarà titolare nel 3-4-2-1 di Gasperini. L’ucraino, arrivato la scorsa stagione a Bergamo, è un centrocampista offensivo che ha dimostrato doti notevoli in fase realizzativa e non solo. Agirà dietro la punta e nell’Atalanta è spesso lui a diventare l’uomo più avanzato per via dei suoi inserimenti e della ottima visione della porta. Una sfida tra attaccanti mascherati, calciatori che spesso più di un centravanti tipico sono il pericolo maggiore per le difese. Entrambi, domani, vorranno essere decisivi, ancora una volta.

Atalanta, infortunio Malinovskyi: "Si è fermato giovedì" | Goal.com
(Getty Images)

Napoli-Atalanta: le probabili formazioni

Il 4-2-3-1 del Napoli vedrà Ospina tra i pali, la difesa composta da Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly e Hysaj. In mediana invece ci saranno Ruiz e il nuovo arrivato Bakayoko. Politano, Lozano e Mertens dietro a Oshimen. L’Atalanta risponde con Sportiello tra i pali e Toloi, Palomino e Djmisiti la linea a 3. Sugli esterni gli inamovibili Hateboer e Gosens, a centrocampo i soliti De Roon e Freuler. In attacco spazio a tanta qualità e non solo con Gomez e Malinowskyi dietro a Zapata.

SEGUICI SU:

PAGINA FACEBOOK

ACCOUNT TWITTER

© RIPRODUZIONE RISERVATA