14.2 C
Roma
Maggio 13, 2021, giovedì

Napoli, solo un pareggio contro il Genoa: ora per la Juventus lo scudetto è a un punto

- Advertisement -

Il Napoli non va oltre il pareggio contro un buon Genoa: Lazovic risponde a Mertens nel primo tempo. Al San Paolo finisce 1-1, nonostante l’inferiorità numerica dei rossoblù con l’espulsione di Sturaro. Alla Juventus basterà un pareggio con la SPAL per l’ottavo scudetto consecutivo.

Il Napoli sbatte contro il muro Genoa: i rossoblù giocano un buon match, nonostante l’espulsione di Sturaro alla mezz’ora, e ottengono un preziosissimo punto al San Paolo. Dopo l’iniziale traversa di Milik, Mertens trova il vantaggio al 34′ con un gran tiro da fuori; il Genoa risponde nel recupero del primo tempo con un tiro al volo di Lazovic servito straordinariamente da Goran Pandev. Grande prestazione di Radu, che si supera su Mertens e Koulibaly nel finale, bloccando gli azzurri sul pareggio. Alla Juve basterà un pari a Ferrara contro la SPAL per ottenere il titolo.

Genoa coraggioso nel primo tempo

Il Napoli per consolidare il secondo posto e ritardare la festa scudetto bianconera, affronta un Genoa voglioso di riscatto col solito 4-4-2, con Zielinski esterno a sinistra al posto di Insigne, appena rientrato. Il primo lampo è degli azzurri con Milik: lanciato in profondità a tu per tu con Radu, il polacco colpisce la parte esterna della traversa. Dopo i primi minuti di dominio assoluto, i partenopei iniziano a subire il gioco di un Genoa completamente diverso da quello di mercoledì sera.

La prima occasione è per Pandev che con un sinistro a giro da fuori area impegna Karnezis, che non si fa trovare impreparato e respinge. Al 28′ ecco però l’episodio che può cambiare la partita: Sturaro interviene in modo scomposto su Allan e, con l’intervento del VAR, riceve il cartellino rosso. Il Genoa in dieci inizia a soffrire e la squadra di Ancelotti ne approfitta: Zielinski si appoggia a Mertens che da fuori area infila alle spalle di Radu il destro che vale il vantaggio azzurro.

Mertens festeggia il goal (Credits: Pronostici Calcio)

La squadra di Prandelli, nonostante l’inferiorità numerica, continua a lottare e prova a sfruttare le occasioni da palla inattiva: al 38′ è Gunter che colpisce il palo con un colpo di testa su corner. Il Napoli però non si fa schiacciare e reagisce: allo scadere del primo tempo Callejon viene servito in area di rigore sulla destra e incrocia un tiro rasoterra, che Radu respinge. Qualche minuto dopo un’invenzione di Pandev diventa uno straordinario assist per il destro di Lazovic, che al volo segna il goal che vale il pareggio per i rossoblù. Le squadre tornano negli spogliatoi sul risultato di 1-1.

Il Napoli attacca, ma non basta

Il Napoli parte forte nel secondo tempo con un Mertens in grande spolvero: il belga gioca quasi da seconda punta e diventa il fulcro del gioco degli azzurri. La prima occasione è creata da Callejon, che pesca in area di rigore Zielinski: il polacco prova a colpire il pallone di controbalzo, ma manda alto. Dopo cinque minuti, i ragazzi di Ancelotti ripropongono un’azione analoga, con Milik che prova a sorprendere Radu con un colpo di testa, potente, ma centrale. Il polacco ci riprova su punizione qualche minuto dopo, trovando sempre la risposta sicura del portiere genoano.

Il Napoli continua ad attaccare e a schiacciare la squadra di Prandelli, che prova a difendere il risultato: al 71′ Mertens prova un tiro a giro da fuori area, che però finisce alto sopra la traversa.
Il Genoa si ripresenta dopo qualche minuto da Karnezis con una spaccata di Kouame lanciato a rete, che però trova l’opposizione del portiere azzurro. Qualche minuto dopo il Napoli ci riprova, con un filtrante di Callejon per Hysaj, che però viene anticipato prima di colpire.

I ragazzi di Ancelotti non smettono di attaccare e sfiora per due volte il vantaggio: prima all’84′ con Koulibaly che, dopo aver recuperato il pallone, si trova a tu per tu con Radu che coi piedi mette in calcio d’angolo. Un minuto dopo il portiere rumeno si supera su un destro di Mertens, deviato da Gunter, respingendolo con l’addome. L’ingresso di Ounas dà ulteriore pericolosità alle azioni offensive azzurre: il suo sinistro da fuori area è però solo un lampo al 91′, parato dall’estremo difensore rossoblù.

Ionut Radu, 21 anni, portiere del Genoa (Credits: Calcio Fanpage)

Finisce 1-1 al San Paolo: ora alla Juventus servirà un pareggio contro la SPAL a Ferrara per l’ottavo scudetto consecutivo. Giovedì servirà però un altro Napoli all’Emirates Stadium contro l’Arsenal per superare i quarti di finale di Europa League.

TABELLINO

Formazioni:
NAPOLI: Karnezis; Hysaj (88′ Ounas), Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam (77′ Mario Rui); Callejon, Allan (67′ Insigne), Ruiz, Zielinski; Mertens, Milik.
All. Ancelotti

GENOA: Radu; Pereira, Gunter, Criscito, Biraschi; Bessa (82′ Pezzella), Sturaro (28′ cartellino rosso), Veloso (77′ Radovanovic); Lazovic; Pandev (62′ Rolon), Kouame.
All. Prandelli

MARCATORI: 34′ Mertens (Napoli), 48′ Lazovic (Genoa)

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DI FRANCESCO RICAPITO

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -
- Advertisement -

Continua a leggere

- Advertisement -

Ultime News

- Advertisement -