La Free Agency 2020 di NFL si apre tra importanti franchise tag e alcuni cambiamenti per la prossima stagione.

Franchise Tag

Come spesso accade, alcune franchigie hanno usufruito del tag appena prima della deadline. Questa opzione permette alla squadra di prolungare il contratto del giocatore, prima che egli possa diventare free agent. Nel corso delle ultime ore alcuni nomi importanti sono stati rifirmati dai rispettivi team. I Dallas Cowbows interrompono i sogni di chi avrebbe voluto aggiudicarsi Dak Prescott, utilizzando il proprio exclusive franchise tag. Aspettando Joe Burrow, anche il talentuoso wide receiver AJ Green è stato messo al sicuro dai suoi Cincinnati Bengals. Dopo l’ottima stagione passata, e dopo aver prolungato il contratto per altri due anni a Kirk Cousins, Minnesota sceglie di utilizzare il proprio tag sulla safety Anthony Harris. Seguendo i Vikings, i Titans evitano la free agency di Derrick Henry. Dopo il prolungamento di Tannehill, Tennessee non poteva lasciarsi sfuggire l’uomo che ha creato più di qualche scompiglio nelle difese avversarie.

Inizia la Free Agency

La franchise tag ancora una volta ha tolto diversi pezzi pregiati dalla Free Agency. Tuttavia rimane ancora da decidere il futuro di alcuni grandi giocatori, uno su tutti quello di Tom Brady. Oggi inizia ufficialmente il mercato dei free agent, con le franchigie che potranno cominciare le trattative con gli atleti attualmente senza una squadra. Solo da giovedì, però, si potranno avere le prime ufficialità e le firme sui contratti. La Free Agency di quest’anno si è aperta con alcune novità comunicate dalla NFL. Tra questi importanti cambiamenti, c’è l’aggiunta di una partita nella Regular Season, che ora sarà composta da 17 turni. Modificato anche il format dei Playoff, che permetterà a sette squadre per ciascuna Conference di raggiungere la post season.

Foto in copertina: Getty images

Seguici su Metropolitan Magazine Italia

© RIPRODUZIONE RISERVATA