Capace di vincere 5 volte sul PGA Tour e di raggiungere il nono posto del World Ranking, Nick Watney si trova oggi alla 252° posizione. Com’è avvenuto il declino del giocatore statunitense?

Nick Watney: gli anni migliori

Il giocatore statunitense conquista la carta per il PGA Tour nel 2005, dopo aver vinto l’anno precedente l’ultimo torneo del Nationwide Tour Championship. La prima vittoria arriva nel 2007 in occasione dello Zurich Classic of New Orleans. A seguito di questo successo ne sono arrivati altri quattro. Il più importante è sicuramente quello conquistato nel 2011 al WGC-Cadillac Championship battendo Dustin Johnson di due colpi. L’ultima vittoria conquistata in carriera risale all’anno successivo, dove vince il The Barclays, torneo dei Playoff della FedEx Cup.

Nick Watney
Nick Watney sul finish (Credit: Sean M. Haffey)

I major

Il giocatore statunitense non ha avuto buoni risultati nei major. Infatti, come miglior piazzamento, ha solamente due settimi posti, ottenuti entrambi nel 2010 nel Masters e nell’Open Championship. Sempre in quell’anno, Watney, era leader di ben tre colpi dopo tre giornate di gara nel PGA Championship a Whistling Straits. Purtroppo nell’ultimo giro ha segnato 81 colpi sullo score, che lo ha relegato in 18° posizione. Da segnalare un doppio eagle realizzato in occasione dello U.S. Open del 2012 all’Olympic Club, diventando il terzo giocatore nella storia a riuscirci. In quel major Nick Watney ha chiuso alla 21° posizione.

Il declino

Dopo anni al top dove è rimasto per molti anni tra i primi 50 giocatori al mondo, Watney ha subito un infortunio grave alla schiena che lo ha costretto allo stop nel 2016. Crollato nel World Ranking per la mancanza di gare giocate il giocatore statunitense è scivolato alla 531° posizione. Riesce a tornare nei primi 100 nel 2018 grazie ad un secondo posto nel Wells Fargo Championship ma la mancanza di risultati di spicco nell’anno seguente e all’inizio di quest’anno lo hanno fatto scivolare di nuovo indietro, alla 252° posizione attuale.

Watney nella seconda gara giocata post-Coronavirus è stato il primo giocatore a risultare positivo al test, costringendolo al ritiro nell’RBC Heritage. Riuscirà il giocatore statunitense a riprendersi e ritrovare la forma di un tempo a 39 anni

Per altri articoli sul golf cliccate qui.

Per rimanere aggiornati seguite la nostra Pagina Facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA