Attualità

Novità decreto sicurezza: colpire il dark web

Novità dal decreto sicurezza: maggiore attenzione al dark web. Il nuovo decreto sicurezza, approvato dal Consiglio dei Ministri, che ha concesso maggiore sicurezza all’interno delle città, sull’immigrazione e a livello di protezione internazionale ha stabilito nuove norme per attaccare in modo definitivo i siti del deep web, soprattutto con l’obiettivo di combattere lo spaccio di stupefacenti.

Palazzo Chigi ha spiegato che si estende “il meccanismo dell’oscuramento, già utilizzato per il contrasto alla pedopornografia online, a quei siti che, sulla base di elementi oggettivi, devono ritenersi utilizzati per la commissione di reati in materia di stupefacenti”.

Importante la legge sulla pedopornografia che stabilisce che i provider debbano avere sistemi in grado di poter oscurare immediatamente tutti quei siti che diffondano, distribuiscano o facciano commercio di immagini pedopornografiche. Il Centro nazionale per il contrasto della pedopornografia comunicherà ai fornitori di connettività alla rete Internet la lista dei siti su cui bisognerà applicare questi strumenti di filtraggio in modo da garantire così l’integrità, la riservatezza e la certezza del mittente del dato che è stato trasmesso.

Inoltre i fornitori di connettività alla rete Internet devono procedere a questo oscuramento entro 6 ore dalla comunicazione, fornendo così la comunicazione dell’avvenuto oscuramento al Centro, oltre le competenze dell’Autorità giudiziaria in questione. I siti che verranno segnalati dal Centro possono essere inibiti al livello minimo di nome a dominio ovvero a livello di indirizzo IP.

Back to top button