La Serie B sarà sospesa, mentre per la Serie A c’è ancora una speranza. Questo è stato il verdetto emerso dalla riunione che si è tenuta lo scorso mercoledì coordinata dal consiglio federale. Una speranza che si riflette anche sull’Orobica Bergamo, che nonostante le tante difficoltà potrebbe ancora puntare alla salvezza. Di sicuro si tratterebbe di un piccolo miracolo sportivo, visto il cammino compiuto fin qui dalle rossoblù, ma come riferisce una citazione iconica di Fabio Caressa “il calcio è strano” e nulla si può mai dire.

La stagione dell’Orobica Bergamo

Qualora invece non si dovesse riprendere, fatti salvi i colpi di scena, l’Orobica Bergamo l’anno prossimo sarebbe costretta a ripartire dalla Serie B. Nella situazione attuale, le bergamasche sono ultime in classifica con un solo punto conquistato in 16 giornate. L’unico pareggio di questo campionato è arrivato nella prima giornata di Serie A, 1-1 contro il Tavagnacco. Da quel momento in poi c’è stata un’unica striscia di 15 sconfitte.

Il vero problema delle rossoblù di fatto, è stato il reparto offensivo. Solamente 6 volte le giocatrici sono state in grado di gonfiare la rete avversaria, a fronte dei 51 gol subiti. La miglior marcatrice è Luana Merli, che di questi 6 gol ne ha segnati la metà. Il grande merito della squadra lombarda però, è stato quello di lanciare tante giovani giocatrici che fanno ben sperare per il futuro come Hilaj, Visani e Zanoli.

Cairo potrebbe essere un possibile acquirente?

Il presidente del Torino, Urbano Cairo, starebbe pensando di creare la sezione femminile di calcio per il Torino. Finora infatti, esiste solo a livello giovanile. L’idea principale sarebbe rilevare un club già esistente e l’Orobica è stata tra le principali indiziate per essere coinvolta in quest’operazione. Tuttavia, secondo le normative vigenti, questo processo sarebbe attuabile solo con squadre della stessa regione, motivo per cui al momento tale passaggio non può verificarsi.

Altri articoli dell’autrice

© RIPRODUZIONE RISERVATA