Pane toscano! Chi non ha provato almeno una volta a fare il pane in casa?
Forse un po’ per impegnare il tempo o per metterci alla prova, almeno una volta ci abbiamo provato. E poi, quel profumo del pane appena sfornato che si espande per tutta la casa è sempre capace di farci tornare il sorriso. Allora, perchè non mettersi all’opera anche oggi?
Il pane toscano ha la particolarità di non avere sale, utile per un regime alimentare iposodico e preferibile per chi soffre di pressione alta. Ma non solo, la crosta croccante e l’interno morbido lo rendono perfetto per qualsiasi utilizzo, anche se il suo apice viene raggiunto con l’abbinamento ai salumi che ne bilanciano il gusto al palato.

La lista della spesa

Ma veniamo a noi, facciamo una breve lista:
400 gr di farina 0
250 ml di acqua tiepida
9 gr di lievito di birra (mezzo cubetto)
1/2 cucchiaino di zucchero

Pochi ingredienti, molto economici, reperibili nei supermercati o in qualche buon mulino.
Come prima cosa aggiungete all’acqua, il lievito e lo zucchero e sciogliete il tutto.
In una ciotola di vetro aggiungete la farina, poi il composto che avete creato con l’acqua e impastate per almeno 10 minuti.
Nel caso siate muniti di un robot per la panificazione il procedimento è uguale ma, diciamoci la verità, a mano farete anche un po di sport e vi potrete sentire in diritto di mangiare una fetta di pane in piu’!
Una volta che avrete creato una palla liscia mettetela in un posto asciutto e caldo a lievitare coperta da un canovaccio per almeno 1 ora.
Passata l’ora effettuate un reimpasto “rompendo” più volte la massa per almeno 5 minuti. Aiutatevi con della farina, giusto una spolverata, per maneggiare l’impasto.
Create un filoncino, fate i tipici 3 tagli non eccessivamente profondi, e posatelo sulla teglia pronto per essere infornato a fine lievitazione.
Coprite con un canovaccio e lasciate che lieviti un’altra ora.

Pane toscano, veloce, sano ma sopratutto buono – Photo credits: Ricettario tipico

Dieci minuti prima dello scoccare del vostro timer accendete il forno in modalità statica a 220 gradi, appoggiatevi dentro una piccola terrina con un dito di acqua (dovrà rimanervi anche per la durata della cottura) e a calore raggiunto infornate il pane per 25-30 minuti.
Una volta terminata la cottura, inumidite la crosta con dell’acqua (si può passare sopra la mano umida) e spolverate con della farina.
Lasciate raffreddare, non troppo, tagliatevene due fette, prendete del salame o della nutella e… beh, avete capito!
Buone creazioni.
Seguici su Facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA