La Pastiera napoletana è un dolce della tradizione partenopea, tipico del periodo pasquale, a base di pasta frolla, grano, ricotta, uova e dal profumo intenso di fiori d’arancio. La storia della pastiera ha origini molto antiche e fonde culti di tipo pagano a quelli di tipo cristiano. Il mito pagano vedeva nel dolce a base di grano e di uova la celebrazione della primavera, tale mito fu reinterpretato in chiave cristiana e la pastiera divenne il simbolo della resurrezione di Cristo. Per questo motivo viene preparata tradizionalmente il giovedì santo per essere consumata la domenica di Pasqua

Come preparare la Pastiera napoletana: gli ingredienti

Per prepararla, gli ingredienti:

  • 330 gr di farina + 6 -7 gr per la spianatoia
  • 165 gr di burro morbido a temperatura ambiente
  • 130 gr di zucchero semolato
  • 1 uovo medio
  • 2 tuorli piccoli
  • la punta di 1 cucchiaino di lievito
  • 1 cucchiaino raso di aroma di fiori d’arancio se utilizzate quello diluito; 2 gocce se state usando quello concentrato
  • buccia grattugiata di 1 limone
  • 1 pizzico di sale

Per crema di ricotta:

  • 350 gr di ricotta di pecora perfettamente sgocciolata
  • 300 gr di zucchero
  • 3 uova medie
  • 2 tuorli medi
  • 1/2 cucchiaino di cannella
  • 4 cucchiai di aroma di fiori d’arancio se utilizzate quello diluito; 1 cucchiaio se state usando quello concentrato
  • 70 gr di canditi misti

Per crema di grano:

  • 300 gr di grano cotto per pastiere
  • 200 gr di latte intero fresco
  • buccia intera di 1 arancia
  • buccia intera di 1 limone
  • 25 gr di burro

La preparazione

Preparate la pasta frolla per pastiera 10/12 ore prima. Disponete a fontana su un tavolo farina e zucchero e mettete al centro il burro a pezzetti ammorbidito, le uova, lo zucchero e la vanillina.

Sbattete le uova al centro della fontana e incorporate lentamente tutti gli ingredienti.Quando avrete amalgamato bene il tutto, lavorate la pasta velocemente su un piano infarinato, senza impastarla, ma pressandola fino ad ottenere un panetto liscio e omogeneo. Riponete il panetto in frigo per almeno un’ora, avvolto nella pellicola.

Preparate ora il ripieno: pesate il grano cotto, versatelo in una pentola con il latte, il burro e la scorza di limone e mettete a cuocere per una ventina di minuti, mescolando con un mestolo di legno.

Mescolate con una frusta a mano per amalgamare gli ingredienti. Su di una spianatoia infarinata, stendete 3/4 della pasta frolla con un mattarello, fino a creare una pasta alta mezzo centimetro. Prendete la tortiera di 24 cm di diametro in superficie, imburratela e stendetevi la pasta frolla per creare la base della vostra pastiera. Tagliate i bordi in eccesso, versate all’interno il ripieno e poi procedete a ritagliare le strisce di pasta frolla tenuta da parte con l’aiuto di un tagliapasta.

Decorate la pastiera ponendo alcune strisce in obliquo e poi  sovrapponete le altre in modo da creare dei rombi . Sigillate bene i bordi della pastiera con i rebbi di una forchetta. Cuocete in forno ventilato preriscaldato a 160° per circa un’ora. Non sfornatela finché non si sarà scurita la superficie. Una volta cotta, sfornatela e lasciatela raffreddare nel suo ruoto per un giorno intero.

Buon appetito!

© RIPRODUZIONE RISERVATA