Patente Covid, ecco cosa significa

Le regioni si stanno preparando ad accogliere il vaccino contro il Covid. Il commissario Arcuri afferma che “la quantità di vaccini sarà crescente nel tempo, avremo progressivamente ogni mese sempre più dosi rispetto ai 3,4 milioni di gennaio. Entro qualche mese potremo arrivare nel 2021 alla cosiddetta somministrazione su larga scala”.

Patente Covid, cosa si intende?

Non ci sarà alcun tipo di obbligo ad effettuare il vaccino, ma Arcuri prospetta la necessità di una patente per tutti i vaccinati: “stiamo progettando una piattaforma informatica che consentirà di gestire la verifica della somministrazione per sapere come si chiamano le persone che hanno fatto il vaccino e dove lo hanno fatto, per seguire la tracciabilità dei beni sul territorio. […] Sarà il ministero della Salute a stabilire”.

Vaccinazione di massa entro il 2021

Lunedì prossimo dovrebbe essere bandita la richiesta di materiale per la somministrazione del vaccino. Il Ministero della Salute afferma che il materiale sarà acquistato in quantità corposa e articolata, e la somministrazione andrà via via crescendo. Nel 2021 si potrebbe arrivare, in Italia, ad una vaccinazione di massa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA