Calcio

Paul Gascoigne, genio e sregolatezza del calcio inglese

Uno dei concorrenti dell’imminente edizione del reality “L’Isola dei Famosi” sarà un volto ben noto agli appassionati di sport e di calcio: Paul Gascoigne. L’ex centrocampista inglese sbarcherà assieme agli altri concorrenti questa sera in Honduras e sarà tenuto a resistere nelle anguste condizioni a cui l’isola lo sottoporrà. La sua vita, colma di scandali e sregolatezze, è stata segnata soprattutto da un indiscusso talento che Gazza ha sempre mostrato con il pallone ai piedi. Adesso vedremo un volto nuovo dell’ex calciatore della Lazio, messo in un contesto nuovo a cui non siamo abituati a vederlo. Ecco la vita di Paul Gascoigne, tra genio e sregolatezza.

La carriera di Paul Gascoigne

Cresciuto nelle giovanili del Newcastle, fa il suo esordio in prima squadra nel 1985 e durante la stessa stagione vinse il suo primo trofeo, la FA Youth Cup, segnando una doppietta decisiva in finale. La sua permanenza tra i Magpies dura fino al 1988, quando approda al Tottenham: i tre anni a Londra costituiscono il momento più alto della sua carriera. Nell’annata 1990-91 segna 19 reti stagionali e si fa notare dalla Lazio, che non esita ad acquistarlo. Il suo passaggio in biancoceleste viene però macchiato da un grave infortunio proprio prima del trasferimento, durante la finale (poi vinta) di FA Cup. Nella capitale Gascoigne, dopo aver conquistato un posto da titolare, si mostra come uno dei centrocampisti più forti della sua generazione.

Segna la sua prima rete proprio in un derby a quattro minuti dalla fine e subito entra nelle grazie dei tifosi. Il suo ottimo rendimento viene però interrotto da un grave infortunio in allenamento occorso in un contrasto con Nesta; Gazza riporta frattura scomposta di tibia e perone e non vedrà il campo per più di un anno. Nel 1995 passa ai Rangers, dove ritrova continuità e successo: vincerà infatti un campionato e una coppa, rendendosi protagonista anche di diversi episodi divertenti. In Nazionale Gascoigne è protagonista soprattutto durante i Mondiali in Italia del 1990, quando l’Inghilterra fu eliminata ai rigori in semifinale contro la Germania Ovest. Famoso fu il lungo pianto del centrocampista in seguito alla dipartita dal dischetto.

I vizi di Gazza fuori dal campo

Genio e sregolatezza appunto, Paul Gascoigne. Dopo il ritiro si rende infatti protagonista di diversi scandali, sia per la sua dipendenza dall’alcol sia per alcune patologie mentali. Nel 2008 viene ricoverato in ospedale proprio per alcuni incidenti e nello stesso anno tenta il suicidio, affetto da depressione. Viene ancora una volta ricoverato per disintossicarsi dal consumo di Red Bull. A questo, seguono diversi tentativi di riabilitazione, rispetto alla dipendenza dall’alcol. Nel 2013 viene ricoverato in seguito a una crisi cardio-respiratoria; l’ex centrocampista entra in coma e al suo risveglio afferma la volontà di voler guarire e riprendere la sua vita. Nel luglio dello stesso anno è protagonista di un’aggressione nei confronti dell’ex moglie e di una guardia di sicurezza, trascorrendo anche una notte in cella. Qualche giorno dopo viene ritrovato fuori da un hotel in grave stato di ubriachezza con due bottiglie di gin in mano.

Francesco Ricapito

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DELL’AUTORE

Seguici su Metropolitan Magazine

Back to top button