Formula 1

Pirelli, Isola: “Meno degrado quindi meno pit stop: questa è l’idea”

Il responsabile di Pirelli, Mario Isola, ha parlato a La Gazzetta dello Sport in occasione della presentazione della nuova stagione di motorsport. Le sue parole sono arrivate in riferimento ai cambiamenti dei pneumatici per la nuova stagione: l’obiettivo è quello di ridurre surriscaldamento e degrado. Anche le temperature delle termocoperte saranno differenti: si passa dai 100 gradi dello scorso anno ai 70 attuali. Ecco cosa ha detto.

Pirelli, le parole di Mario Isola

Ecco le parole di Mario Isola a La Gazzetta dello Sport riguardo le richieste dei piloti:

Posso dire che ci è stato chiesto dai piloti un pneumatico che garantisse meno surriscaldamento, meno degrado per poter lottare in pista e in accordo con la FIA abbiamo seguito queste linee guida, un nuovo approccio progettuale che credo ci sarà utile anche in azienda per i futuri processi produttivi. Questi test finali sono serviti anche per simulare un po’ meglio le condizioni di traffico i miglioramenti nella riduzione del surriscaldamento e del degrado sono stati confermati“.

Ha proseguito parlando proprio dell’idea progettuale:

Le simulazioni dei team ci hanno detto che le nuove monoposto non sono molto più lente delle 2021, si parlava di circa 3 secondi al giro più lente ma in realtà abbiamo già visto che la differenza è di mezzo secondo, 1 secondo. Se fosse confermato, durante la stagione saranno presto al livello delle 2021. L’idea progettuale è stata avere la possibilità di differenti strategie di gara, quindi con una o due soste. Ma è vero che con gomme con meno degrado potrebbero esserci meno pit stop. Ma per me non sarebbe un problema nel momento in cui si abbia azione e belle gare, sorpassi facili non significano gare più divertenti, è importante che i piloti possano lottare“.

Seguici su Metropolitan Magazine

Photo Credit: Pirelli Motorsport Official Twitter Account

Back to top button