Esteri

Primi due casi di variante Omicron rilevati nel Regno Unito

Nel Regno Unito sono stati confermati i primi due casi di coronavirus legati alla nuova variante Omicron. Sono stati segnalati in Inghilterra, a Nottingham e a Chelmsford, nell’Essex.

Lo ha reso noto il segretario alla salute Sajid Javid, I due casi, scoperti “la notte scorsa”, sono “collegati” all’Africa australe, ed entrambi si stanno autoisolando insieme alle loro famiglie, mentre vengono effettuati ulteriori test.

“Questo è un promemoria che la pandemia è tutt’altro che finita”, ha spiegato Javid, aggiungendo che sono in corso test mirati nelle aree dei due casi segnalati: nel Chelmsford, nord-est di Londra, e a Nottingham, nel centro dell’Inghilterra.

Sale l’allerta in Europa per la variante Omicron. In Germania è stato trovato un primo possibile caso di contagio che sembrerebbe associato al nuovo ceppo sudafricano, la nuova variante del Covid-19. «La variante Omicron è già arrivata in Germania con grande probabilità», ha twittato Kai Klose, ministro degli affari sociali nello stato occidentale dell’Assia, riferendosi al ceppo rilevato per la prima volta nell’Africa meridionale. Un caso sospetto, da persone provenienti dall’Egitto, è segnalato anche in Repubblica Ceca. 

Klose ha scritto che su twitter che «molto probabilmente è già arrivata» in Germania la variante Omicron. «Il sequenziamento totale non è stato ancora effettuato», ha chiarito il ministro per gli Affari sociali e l’integrazione, ma «c’è un alto sospetto» che la persona trovata positiva, ora in isolamento a casa, abbia contratto la variante sudafricana. «Se siete tornati dall’Africa meridionale la scorsa settimana – ha poi avvertito Klose – limitate i vostri contatti e fate il tampone».

Adv
Adv
Adv
Back to top button