19.9 C
Roma
Maggio 16, 2021, domenica

Puerto Rico: costruiamo il “nuovo mondo”

- Advertisement -

Puerto Rico è un gioco che vi permetterà di (ri)vivere i panni degli antichi coloni appena giunto nel nuovo mondo. Dal contadino, al mercante, al cercatore, col passare degli “anni” ogni giocatore avrà modo di vestire ognuno di questi panni guadagnando premi grazie ai suoi successi. Tuttavia, com in ogni buon gioco, solo il più scaltro e il più abile ad adattarsi vincerà la partita.

Puerto Rico è un gioco di Andreas Seyfarth, illustrato da Vincent Dutrait e Johnny Morrow ed edito da Alea Ravensburger E’ giocabile dalle 2 alle 5 persone ed è adatto ad un pubblico dai 12 anni in su. Un partita in media dura dai 70 ai 120 minuti.

Contenuto della scatola:

  • 5 plance Isola
  • 1 tavoliere comune
  • 1 carta Governatore
  • 8 carte Cittadino
  • 49 tessere Città
  • 58 tessere Territorio
  • 5 navi da carico
  • 1 sala di reclutamento
  • 100 lavoratori
  • 1 casa di commercio
  • 50 barili di merci
  • 50 segnalini Punti Vittoria
  • 51 dobloni
  • Regolamento

Espansioni:

  • Nuovi edifici: + 24 edifici piccoli, 2 edifici grandi
  • Nobili: + 12 edifici commerciali piccoli, 1 edificio commerciale grande, 2 edifici di produzione piccoli, 20 nobili
  • Bucanieri: + 1 carta cittadino, 1 tessera giocatore
  • Festival: + 1 plancia
Puerto Rico – Photo Credits: Ravensburger

Puerto Rico: come si gioca?

Lo scopo del gioco è guadagnare Punti Vittoria. Come? Governando strategicamente l’isola di Puerto Rico. I giocatori vestiranno a turno il ruolo del colono, del costruttore, del caposquadra, dell’artigiano, del mercante, del capitano e del cercatore dovranno continuamente adattarsi ai continui mutamenti previsti dalla meccanica del gioco.

Ogni giocatore dispone di una “porzione” dell’isola, condividendo però con gli altri giocatori la riserva centrale delle materie prime (mais, zucchero, tabacco, ecc.), alcune navi pronte a salpare verso l’Europa e un emporio dove vendere le merci. Il gioco si svolge in round, che rappresentano l’evoluzione all’isola dopo un certo numero di anni.

All’inizio di ogni round chi è in possesso della carta Governatore n sceglie una Cittadino, svolgendo l’azione del ruolo selezionato. Ogni cittadino compie un’azione specifica e ha dei vantaggi: ad esempio il “costruttore” compra una tessera edificio, pagando un doblone in meno, mentre il “capitano” carica le merci sulla navi guadagnando un punto attori per ogni barile caricato. In senso orario ogni giocatore svolgerà l’azione del cittadino scelto dal governatore, ma solo il Governatore godrà del vantaggio specifico. Subito dopo, potendo dal giocatore a sinistra del Governatore, proseguendo in ordine, ogni giocatore sceglierà una sua carta Cittadino, svolgerà l’azione, “costringerà” gli altri a svolgerla e sarà l’unico a godere del vantaggio. Il round termina quando tutti avranno scelto una carta e svolto le azioni. Dopo d che il Governatore posizionerà un doblone d’argento sopra i cittadini che non sono stati scelti e a sul punto ogni giocatore rimette a posto la propri carta cittadino e Governatore diviene il giocatore alla sinistra. Comincia così un nuovo round.

Fine del gioco:

La partita termina quando:

  • Non ci sono più abbastanza lavoratori per riempire la Sala di Reclutamento.
  • Un giocatore riempi tutti i propri spazi Città durante la fase del Costruttore.
  • Viene preso l’ultimo segnalino Punto Vittoria durante la fase del Capitano.

Quando la partita finisce ogni giocatore conta i suoi Punti Vittoria, il vincitore sarà colui che ne avrà guadagnati di più

Commento e valutazione

Puerto Rico possiede certamente una caratteristica strutturazione dei turni, ogni giocatore determina fortemente attraverso le sue scelte quelle degli altri e la cosa intrigante è che durante il singolo round la situazione all’inizio può, anzi, viene del tutto stravolta. È perciò fondamentale ponderare ad ogni turno quale ruolo “impersonare” per massimizzare il proprio guadagno e al contempo minimizzare quello degli avversari.

  • Punto debole: essendo un gestionale la durata media di una partita è sempre piuttosto lunga, inoltre la complessità potenziale delle meccaniche può non attirare tutti.
  • Punto forte: proprio la meccanica, una volta compresi i “ruoli” il gioco scorrerà quasi da solo, ma nonostante ciò manterrà continuamente attiva l’attenzione dei giocatori.

Voti: 

  • Idea: 7
  • Giocabilità: 6,5
  • Grafica: 6,5

Dario Bettati

!Seguiteci tramite la pagina Facebook e il nostro canale Instagram!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

- Advertisement -
- Advertisement -

Continua a leggere

- Advertisement -

Ultime News

- Advertisement -