Quartiere Trieste : allarme furti in casa

Quartiere Trieste, preso di mira dalle baby ladre, smascherate due rom che si aggiravano in zona

Si aggiravano indisturbate nel cuore dell’elegante quartiere Trieste. Questa volta la loro “missione” non è andata come speravano. Le protagoniste di questa infausta vicenda sono due giovanissime ragazze, di cui una minorenne. A smascherarle un ispettore della Polizia in borghese.

Tutto si è svolto nel modo più semplice possibile, tanto da non allarmare i passanti. Le giovani si trovavano davanti un condominio nel rinomato quartiere del II municipio capitolino, quando l’ispettore che stava facendo una passeggiata insospettito le ha seguite.

“Ho capito immediatamente che c’era qualcosa di strano nel modo in cui si muovevano quelle due ragazze”, afferma l’ispettore D.G. “così ho iniziato a seguirle senza destare sospetto, allertando immediatamente una pattuglia dell Polizia di Stato che era nei paraggi”.

Una volta arrivati i colleghi, sono iniziate le identificazioni. Le due giovani di nazionalità rom, avevano in dosso tutto il necessario per mettere in atto un furto: due grossi cacciaviti, una grande chiave inglese, due paia di forbici e per finire la classica lastra usata per aprire le serrature.

Così sono state portate presso il commissariato Vescovio. Al termine degli accertamenti è scattata la denuncia per possesso di arnesi utili allo scasso. La maggiorenne, già nota alle forze dell’ordine è stata trattenuta. Mentre la più piccola di quindici anni è stata subito riaffidata ai genitori.

La notizia si è diffusa rapidamente, destando sconcerto tra i cittadini. Tuttavia non è la prima volta che nel quartiere ci si trovi di fronte ad avvenimenti del genere.

Furti negli appartamenti, cambiano le abitudini dei ladri

La notte ed il weekend sono i momenti più temuti dai proprietari di abitazioni, nella paura di essere facile preda per i ladri. Tuttavia le statistiche ci forniscono dati in netto contrasto. Infatti secondo un recente studio messo in pratica dal polo interuniversitario Transcrime per il dipartimento della Pubblica sicurezza del Ministero dell’Interno, i malviventi hanno modificato le loro abitudini.

La ricerca ha messo in evidenza, come nel corso degli ultimi anni, i ladri preferiscano “operare” in pieno giorno addirittura nella fascia oraria tra le 9 e le 12 del mattino. E come se non bastasse, scelgono anche i giorni. Sempre dati alla mano, i ladri la domenica “riposano”, per poi essere così carichi nei giorno feriali.

Le città più a rischio? Milano e Roma detengono le prime posizioni, a seguire Bari e Napoli. Per quanto riguarda la Capitale, i quartieri più a rischio furti sono : Monti, Trieste – Salario, San Giovanni, Appio e Tuscolano.

Seguici su FB

Resta aggiornato con l’Attualità

© RIPRODUZIONE RISERVATA