Raw Report: 5/11/2018

Raw in questa puntata ha visto l’inizio della costruzione del team dello show rosso per Survivor Series dove affronterà il team di Smackdown Live. Seth Rollins e Dean Ambrose, ormai acerrimi nemici, difendono i titoli di coppia di Raw dall’assalto degli AOP; nel main event Kurt Angle affronta Drew McIntyre con in palio il ruolo di capitano del team Raw. Tutto questo e molto altro lo troverete analizzato in questo report di Metropolitan Magazine Italia.

Baron Corbin è il capitano del team Raw

Baron Corbin annuncia che sarà lui il capitano del team Raw alle Survivor Series nel ten men tag team match fra il team dello show rosso e Smackdown Live; annuncia inoltre che Drew McIntyre, Dolph Ziggler e Braun Strowman faranno parte della sua squadra. Nomina Alexa Bliss capitana del team femminile di Raw; la Goddess accetta il ruolo assegnatogli e comunica che il primo match della serata vedrà Sasha Banks, Bailey e Natalya battersi con la Riott Squad.

Corbin parla poi del match di Crown Jewel dove ha attaccato Braun Strowman dicendo che le sue azioni non sono state volte a danneggiare il gigante. Arriva Kurt Angle che dice al General Manager di Raw che vuole sfidarlo in un match con in palio il ruolo di capitano della squadra; il GM accetta prima di ritirarsi dopo l’arrivo di un furente Braun Strowman.

Analisi del promo:

Questo segmento per quanto ha fornito molte informazioni su ciò che il WWE Universe vedrà alle Survivor Series è stato veramente troppo lungo; 20 minuti per questo opener sono veramente troppi rendendo la serata più pesante per i fan all’arena.

Natalya, Bailey e Sasha Banks vs. The Riott Squad

La Riott Squad domina le prime fasi della contesa isolando Bailey dalle sue compagnie. Quando la Hugger da il cambio a Natalya le sorti del match cambiano immediatamente grazie all’esuberanza della canadese. La Queen of Hart intrappola Liv Morgan nella Sharpshooter quando Ruby Riott per evitare la sconfitta prende gli occhiali da sole di Jim Neidhart, defunto padre di Natalya, e li spezza davanti gli occhi dell’ex campionessa femminile. La Riott Squad fugge dall’arena mentre Sasha Banks e Bailey consolano Natalya, in lacrime dopo la perdita di un ricordo del padre.

Vincitrici : No Contest

Analisi del match:

Nonostante non sia stato all’altezza del match di Evolution questo incontro è stato molto gradevole; il finale è molto particolare e potrebbe portare ad un cambio di attitudine della Riott: da semplice heel a “cattiva” che sfrutta i punti deboli delle proprie avversarie a proprio favore.

Jinder Mahal vs. Apollo Crews

Apollo Crews, più determinato che mai a dare nuova linfa alla sua carriera, affronta Jinder Mahal, alla ricerca anche lui di una vittoria che manca da molto tempo. Crews domina il match grazie al suo atletismo subendo  solo in alcuni frangenti della forza fisica del Modern Day Maharaja; l’ex membro del  Titus Worldwide vince l’incontro con uno Standing Moonsault.

Vincitore: Apollo Crews

Analisi del match:

Un incontro difficile da commentare in quanto nessuno dei due atleti è attualmente rilevante in WWE; Apollo Crews perderà (verosimilmente) il suo prossimo incontro mentre Mahal è tornato ad essere il jobber che è sempre stato a Raw.

Seth Rollins (c) vs. Authors of Pain (match valevole per i titoli di coppia di Raw)

Rollins era in procinto di rendere vacanti i titoli di coppia quando arriva Baron Corbin che dice che li dovrà difendere contro gli AOP. L’architetto nonostante lo svantaggio numerico ma più volte vicino alla vittoria grazie alle sue manovre aeree e a dei Superkick; Akam e Rezar si sono rivelati troppo forti per Seth Rollins che capitola dopo un Assisted Powerbomb.

Dopo il match arriva Dean Ambrose, inizialmente intento a rivelare il motivo delle sue azioni di due settimane fa, che colpisce il suo ex alleato con la Dirty Deeds per poi lasciare l’arena.

Vincitori: AOP

Analisi del match:

Gli AOP sono un ottima scelta per succedere allo Shield come campioni di coppia di Raw; finalmente la divisione potrà godere di campioni legittimi dopo mesi in cui i titoli sono stati messi in ombra nella faida fra lo Shield e i Dogs of War. Quanto alla faida fra Ambrose e Rollins si fa ogni settimana più interessante nonostante finora il Lunatic Fringe non ha proferito parola.

Elias vs. Dolph Ziggler

Dolph Ziggler ha detto che è lui il vero vincitore della WWE World Cup e non Shane McMahon che si è inserito nella competizione solo nella finale; arriva Elias che si prende gioco dello Shoewoff che lo sfida. I due atleti danno vita ad un breve match che vede vittorioso Elias che dopo aver subito la Zig Zag porta a casa un importante vittoria con la Drfit Away.

Vincitore: Elias

Analisi del match:

Queste due Superstars non hanno una grande alchimia e il loro incontro ne ha risentito; nonostante ciò il match che fornito ai fan è stato gradevole ed è servito per portare avanti il push di Elias.

Promo di Ronda Rousey/ Nia Jax vs. Ember Moon

Ronda Rousey parla del match delle Survivor Series quando arriva Nia Jax che dice che l’ex campionessa UFC si dovrebbe preoccupare maggiormente della sua prossima sfidante per il titolo femminile di Raw. Arriva anche Ember Moon che chiede un rematch alla Jax. La War Goddess mette in difficoltà la Powerhouse che però riesce a vincere la contesa con un Samoan Drop. Dopo l’incontro arriva Tamina che mette a segno un Samoan Drop e una Boston Crab ai danni della Moon; Nia Jax turna heel alleandosi con Tamina attaccando anche lei la sua ex amica.

Vincitrice: Nia Jax

Analisi del match:

Il promo della Rousey è assolutamente mediocre se paragonato a quello di Becky Lynch della settimana scorsa. Il match è stato gradevole ed ha portato all’ennesimo turn della Jax. L’alleanza fra le due samoane servirà solo per dar vita ad un pericolo reale per la Rousey che in una situazione di 1 contro due apparirà come l’underdog.

Bobby Lashley vs. Finn Balor

Bobby Lashley domina l’incontro sfruttando la sua potenza fisica; nonostante ciò Finn Balor non si arrende allo strapotere dell’ex campione ECW. L’irlandese va vicino alla vittoria ma una distrazione di Lio Rush permette a Lashley di mettere a segno la Dominator vincente. Dopo l’incontro arriva McIntyre che dopo aver guardato con un cenno di sfida l’atleta di colore abbatte Balor con la Claymore.

Vincitore: Bobby Lashley

Analisi del match:

Lashley e Balor non riescono a dare vita ad un brutto match ma neanche ad un ottima contesa; La rivalità fra i due sembra agli sgoccioli con Balor che potrebbe vedersela con McIntyre dopo l’attacco subito dall’ex campione NXT.

Kurt Angle vs. Drew McIntyre

McIntyre sostituisce Baron Corbin fuggito dopo l’arrivo di Braun Strowman; sul ring lo scozzese demolisce Angle che mette in difficoltà il big man connettendo con la Ankle Lock. McIntyre umilia l’Hall of Famer mettendo prima a segno una Angle Slam per poi sottometterlo con la Ankle Lock.

Vincitore: Drew McIntyre

Analisi del match:

Con questa vittoria Drew McIntyre si candida a divenire il top heel di Raw al pari di Ambrose; lo scozzese ha demolito una leggenda come Angle in un modo talmente brutale che potrebbe var posto fine alla carriera dell’eroe olimpico.

 

SIMONE FRANCESCHETTI

http://www.spaziowrestling.it/

https://www.facebook.com/metropolitanmagazineitalia

https://www.facebook.com/spaziowrestling.it

https://www.tiwtter.com/MMagazineItalia

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA