MotomondialeMotori

Regali di Natale: i desideri dei piloti di MotoGP

La MotoGP è ormai in vacanza da più di un mese. Conclusi i test, i piloti hanno potuto pensare a fondo ai doni che vorrebbero trovare sotto l’albero in vista della stagione 2020.

Regali di Natale – In questi momenti, tutti i bambini del mondo stanno scrivendo in una letterina i loro desideri che sperano di trovare impacchettati la mattina di Natale sotto l’albero. Anche i piloti del Mondiale, chi più chi meno, sperano fortemente in un particolare dono che gli possa tornare utile in vista della nuova stagione. Gli unici esclusi forse sono i fratelli Marquez, dato che entrambi hanno conquistato il titolo e correranno insieme nella prossima stagione nel team HRC. Che chiedere di più.

Regali di Natale – Un bel motore per Rossi e Vinales e un collaudatore per Yamaha

I più speranzosi del paddock sono i piloti Yamaha, in particolar modo i due del team ufficiale. Infatti nel caso fossero accontentati, di conseguenza il regalo spetterebbe anche ai piloti del team Petronas. Già perché Yamaha nel prossimo anno schiererà ben quattro M1 2020. La casa dei tre diapason ha mostrato netti passi in avanti nel corso del 2019. Ad esaltarli sono stati soprattutto Vinales e Quartararo, meno Rossi e Morbidelli. Per il numero 46 il motore è un tassello fondamentale per cercare di tornare al top nella sua cruciale stagione 2020. Oltre a dei cavalli in più, qualche aggiornamento aerodinamico sarebbe ben accetto. Un’altro desiderio vede l’entrata di Jorge Lorenzo nel Test Team. Un colpo che renderebbe il Natale di Yamaha dolce e indimenticabile, proiettandola col miglior auspicio alla prossima stagione.

natale e motogp - un nuovo motore per rossi e vinales
Rossi e Vinales sperano in più cavalli per la loro M1 2020 – Photo credit: motogp.com

Regali di Natale – Fortuna per Dovi, più cattiveria per Petrucci

La Ducati e Dovizioso hanno concluso per la terza stagione consecutiva il Mondiale al secondo posto. Un risultato di tutto rispetto, il quale però non basta più né al centauro di Forlì né alla casa bolognese. Andrea ha corso una delle sue migliori stagioni in carriera, alla quale però è mancata come sempre un pizzico di fortuna. Il pilota italiano è incappato nuovamente in errori altrui che lo hanno fatto finire nella ghiaia, mentre Marquez macinava punti. Primo caso a Barcellona, steso da Lorenzo con il 93 vincitore. Secondo caso a Silverstone, steso dalla moto di Quartararo con Marquez secondo al traguardo. Punti persi che alla fine non avrebbero fatto la differenza, ma mai dire mai. Ecco che Dovi attende con ansia un bel pacco con scritto fortuna a caratteri cubitali.

natale e motogp - dovizioso e petrucci
Dovizioso e Petrucci cercano quel click in più in vista del 2020 – Photo credit: motogp.com

Petrucci invece, dopo la prima fantastica vittoria al Mugello e una buona prima parte di campionato è entrato in un loop negativo da cui non si è più schiodato. Il ternano si è caricato troppo spesso di eccessiva pressione. Egli deve assolutamente invertire rotta nel 2020 se vuole mantenere la sella ufficiale nel 2021. Anche perché a contendergli il posto ci sono due nomi scomodi come Miller e Bagnaia, con l’italiano che vuole riscattarsi della difficile annata d’esordio grazie alla GP20 offertagli da Ducati. Per Danilo, quindi, servirebbe un bel pacco di rabbia agonistica e cattiveria per incentivarlo a diventare il Petrucci del Mugello per tutta la durata della stagione.

Regali di Natale – Costanza per Rins e una moto più facile per KTM

Alex Rins è sbocciato definitivamente nel corso della stagione 2019 grazie alle vittorie di Austin e Silverstone. Ad un certo momento sembrava essere il vero antagonista di Marquez, ma degli errori sciocchi (le cadute in Olanda e Germania mentre era rispettivamente primo e secondo) non gli hanno permesso di lottare né per la terza piazza in campionato né tanto meno per la seconda. Per questo il giovane spagnolo, in cuor suo, sa che deve essere più costante se vuole ambire ai risultati che merita. E’ questo che desidera ardentemente di trovare sotto l’albero. Anche per la felicità di Davide Brivio e di tutto il team Suzuki, consci di avere fra le mani un gran bel manico.

natale e motogp - rins e pol espargarò
Per Rins sarà più difficile confermare il buon 2019, mentre Pol è già entusiasta della moto 2020 – Photo credit: motogp.com

Sul fronte austriaco, KTM sta compiendo passi in avanti evidenti. Il merito di tutto ciò è da attribuire alle grandi risorse a cui può attingere la casa di Mattighofen, alla grande esperienza di Pedrosa come tester e all’immenso impegno di Pol Espargarò. Il giovane spagnolo sta assaporando i frutti del duro di lavoro, tanto da essere soddisfatto della nuova moto già provata ai test di Valencia e Jerez. Il nuovo telaio sembra aver agevolato non di poco il controllo della moto. Ecco cosa desidera Pol, una moto più facile e meno fisica che gli permetta di lottare per le posizioni buone in tutte le gare senza troppe difficoltà. Significherebbe porre una solida base per il futuro prossimo di KTM.

Ad Aprilia serve il famoso miracolo di Natale

Discorso a parte per Aprilia, la quale porterà nel 2020 una moto completamente nuova. In questi tempi ripartire con un progetto non è assolutamente semplice e la casa di Noale dovrà chiedere al buon Santa Claus un vero e proprio miracolo di Natale per cercare di migliorare le prestazioni attuali fin da subito. Considerando pure che Aprilia deve sperare di non fare a meno di Iannone, recentemente invischiato con il doping per essere risultato positivo a degli steroidi anabolizzanti. Sicuramente anche Andrea, in attesa di sottoporsi alle contro verifiche del caso, desidera che questa faccenda finisca il prima possibile. Per il bene della sua carriera e per quello di Aprilia.

iannone e espargarò
In Aprilia il 2020 sarà l’anno della rivoluzione – Photo credit: motogp.com

L’unica pecca di correre in MotoGP è che per scartare i regali tanto richiesti, i piloti dovranno attendere i prossimi test di Sepang in programma per il 7-8-9 Febbraio 2020. Solo lì scopriranno se i loro desideri saranno stati esauditi e se i loro progetti in vista della nuova stagione potranno realizzarsi. Anche per loro è il momento di godersi le feste, prima di riprendere con la routine di allenamenti. E in attesa che i motori si riaccendano, la Redazione Motori di Metropolitan Magazine Italia augura ai suoi lettori un buon Natale e un felice anno nuovo.

SEGUICI SU :

Pulsante per tornare all'inizio