Resident Evil Village: data di uscita, demo e altre novità dal RE Showcase

Dopo essere sparito dalle scene per un bel periodo, Resident Evil Village torna con un evento interamente dedicato! Lo showcase di ieri sera è stato un po’ una celebrazione dell’intera saga che compie il suo quarto di secolo ma anche l’occasione per vedere nel dettaglio cosa bolle in pentola in casa Capcom. Il tutto con annesso annuncio di data di uscita e visual demo per PlayStation 5 disponibile da oggi! Vediamo dunque insieme in vari punti le nostre impressioni su quanto mostrato nella serata di ieri! 

Grafica e gameplay

Innanzitutto si parte subito con la ciccia vera e propria. L’evento si inaugura infatti con un trailer in engine che getta un po’ di luce sulle nuove avventure di Ethan Winters, ormai protagonista del nuovo corso della serie. Nonostante non venga sciolto alcun nodo in ambito di trama, come è giusto che sia in un evento del genere, veniamo subito colpiti dalla qualità di dettagli presenti sulla scena. L’atmosfera di Resident Evil Village è unica. Un mix di vintage, modernità, lusso, ma anche un rispolvero del passato in grande stile. La location mostrata, che presumiamo sia il luogo in cui si svolge perlomeno la prima parte del gioco, non può non far pensare alla leggendaria Villa Spencer! Gioia per gli occhi dei fan, dunque, ma non solo. 

Graficamente Resident Evil Village è bello. Tuttavia ci sono più di un paio di cose che hanno fatto per un attimo temere sull’effettiva resa definitiva del gioco. Questo, precisiamo, al netto di eventi streaming che purtroppo subiscono compressioni da parte delle piattaforme che li trasmettono. 

Due o tre cose hanno fatto però rizzare le antenne in vari punti. Non si discute sulla qualità delle texture che sembra di ottima fattura. Anche la tenuta complessiva del RE engine sembra solida e molto particolare. A preoccupare invece è stato durante la dimostrazione il pop up di alcuni elementi (una delle maggiori critiche rivolte a Halo Infinite per esempio) davvero fastidioso e la realizzazione degli ambienti di gioco esterni. La parte della demo giocata che si svolgeva sulla neve infatti vedeva non solo una generale resa molto scarna, ma anche la compenetrazione fra loro di alcuni nemici. Il tutto risulta abbastanza fastidioso se consideriamo di trovarci su next-gen. 

Lo scontro con quello che ci pare essere un boss inoltre non sembra molto brillante, con meccaniche abbastanza abusate nel genere. Barili esplosivi posizionati qua e là e fendenti col martellone da evitare. Insomma di certo non la parte più felice della dimostrazione. 

Nota positiva invece per la parte in cui si vede questa entità misteriosa composta di animaletti volanti che prende vita e sembra inseguirci e terrorizzarci durante l’esperienza di gioco. Gli spunti positivi ci sono, speriamo vengano proposti al meglio nella versione finale. 

Fa il suo ritorno l’inventario a blocchi classico della saga di Resident Evil e questo ci fa in parte gioire. La meccanica storica della serie da quel pizzico in più di aspetto survival al gioco. Inoltre fa il suo ritorno il vendor in game, stavolta incarnato da un personaggio che ci pare meraviglioso seppur inquietante. “The Duke” è un misterioso panzone seduto su un carro fornito di strumenti che faranno comodo a Ethan per sfangarla. Il design del personaggio è veramente eccezionale ed il doppiaggio (in inglese) gli conferisce davvero una personalità incredibile

RE: Verse 

Una nota decisamente infelice dello showcase è stata la presentazione di RE: Verse, titolo free-to-play multiplayer per celebrare il 25esimo compleanno della serie. Una serie come Resident Evil si meritava certamente di meglio per spegnere le candeline. 

RE: Verse sembra nato già vecchio, con uno stile cell-shading terribile ed un gameplay che sembra macchinoso e tutt’altro che divertente. Si tratta di un PvP con elementi PvE che ha come protagonisti i personaggi storici della saga.

Sembra inoltre che qualcuno dovrà impersonare la parte del cattivo per rendere l’esperienza di gioco più frizzante. Francamente si tratta di qualcosa di già visto e rivisto ed ha seriamente stupito per la scarsa qualità generale in cui versa il prodotto. 

Trattandosi di un free-to-play i fan più accaniti sono sicuramente invitati a buttarsi nella mischia ma per tutti gli altri non c’è davvero nulla degno di nota. Vediamo comunque come si svilupperà il progetto, che dovrebbe fare il suo debutto fra qualche mese.

blank

Demo e data di uscita

Le note più positive sono senz’altro l’annuncio della data di uscita e la demo. Resident Evil Village è atteso negli store fisici e digitali a partire dal 7 maggio 2021 e sarà disponibile per PlayStation 4, PlayStation 5, Xbox One, Xbox Series X e su piattaforma Steam per PC. Tuttavia la forte partnership con Sony consente agli utenti PlayStation 5 di scaricare una visual demo già da oggi

Nella demo in questione non si potrà combattere né interagire con l’ambiente di gioco, ma trattandosi appunto di una visual si potrà solamente esplorare la villa e alcuni ambienti esterni di gioco. Per la demo vera e propria, in arrivo su tutte le piattaforme, dovremo aspettare invece la primavera.

Insomma, Resident Evil Village si è finalmente presentato come si deve al grande pubblico. Vedremo se avrà le carte in regola per definirsi degno successore di RE7 Biohazard!

Seguici su Facebook e Instagram!

© RIPRODUZIONE RISERVATA