Games

RetroNerd #14 – Le origini di Pokémon

Bentornati al solito appuntamento del venerdì con RetroNerd. Questa volta vi portiamo a scoprire le origini di una delle saghe videoludiche più amate e longeve della storia: Pokémon.

Un po’ di storia…

Pokémon è uno dei franchise più famosi al mondo, inventato nel 1996 dall’informatico Satoshi Tajiri, fondatore della software house Game Freak.
I primi capitoli, Pokémon Versione Rossa e Versione Verde (a cui poi si è aggiunto Versione Blu, con delle migliorie), sono stati pubblicati da Nintendo per Game Boy e, ancora oggi, la saga è un’esclusiva dell’azienda giapponese. I titoli sono poi stati pubblicati nel resto del mondo come Pokémon Rosso e Blu, che utilizzavano i miglioramenti di Versione Blu, ma mantenendo le creature di Versione Rossa e Verde.
Come tutti sappiamo, grazie a questi due titoli è scoppiata una vera e propria mania, che ha portato alla creazione di nuovi giochi, anime, manga e un gioco di carte collezionabili, e rendendo i piccoli mostri fra le mascotte più famose del Giappone.

Pokémon Photo credit: web
Pokémon Versione Rossa e Versione Blu – Photo credit: web

I Pokémon

Forse non molti sapranno che il nome di queste creaturine deriva dall’unione di due parole inglesi: Pocket Monsters (mostri tascabili).
I pokémon, infatti, non sono altro che dei mostri che possono essere catturati tramite delle sfere chiamate pokéball con il fine di essere allenati.
Queste creature possono guadagnare esperienza tramite le lotte ed evolversi in versioni più potenti, imparando nuove mosse.
Attualmente siamo all’ottava generazione dei pokémon.

Gli starter

La scelta dello starter all’inizio di ogni titolo è quella che ha messo in crisi ogni giocatore.
Nei primi capitoli si può scegliere tra Charmander, Bulbasaur e Squirtle, rispettivamente di fuoco, erba ed acqua.
Lo starter è una decisione importante, dato che sarà il pokémon che accompagnerà il giocatore durante tutta la durata della storia. E poi diciamocelo, siamo tutti un po’ affezionati alla nostra prima scelta…

Pokémon Photo credit: web
Il professor Oak e le tre pokéball – Photo credit: web

La trama

I primi titoli condividono tutti la stessa trama. Interpretiamo un ragazzo di Biancavilla a cui il Professor Oak, ricercatore e inventore dell’enciclopedia Pokédex, assegna una creatura starter e il compito di viaggiare per la regione di Kanto a catturare più mostri possibili per aiutare la ricerca del professore.
Ci ritroveremo quindi a batterci con altri allenatori, a vincere medaglie delle palestre e a catturare i pokémon più adatti per formare la nostra squadra.
All’interno del titolo, il protagonista dovrà anche sconfiggere il Team Rocket.

Gameplay

Le lotte

Nelle battaglie, chiamate lotte, i giocatori metteranno in campo le creature che formano le loro squadre.
L’obiettivo è quello di battere l’intera squadra dell’avversario, tramite la scelta di pokémon e mosse di tipo adatto.
Alla fine della lotta il perdente deve pagare al vincitore una somma in denaro.

Lotta Photo credit: web
Lotta – Photo credit: web

Le palestre

Il protagonista può allenare la propria squadra all’interno delle palestre, dei luoghi in cui diversi allenatori sfidano il giocatore, e sono solitamente divise per tipo.
Ogni palestra ha un allenatore che dovrebbe essere il più forte di tutti e che il giocatore potrà sfidare solo dopo aver battuto tutti gli altri membri: il capopalestra. Una volta sconfitto, al giocatore verrà assegnata una medaglia. Uno degli obiettivi del gioco è proprio quello di ottenerle tutte.

Pokémania

La serie di videogiochi conta ben 19 titoli e un quantitativo incredibile di spin-off e apparizioni in altri titoli. Ma non è solo il videogioco.
La creazione di Pokémon ha fatto esplodere una vera e propria mania fra la gente, tanto che sono stati creati, oltre al famosissimo anime, un gioco di carte collezionabili e gadget di tutti i tipi. Ogni oggetto che poteva essere brandizzato, lo è stato.
I Pokémon sono oggi fra le mascotte più importanti e famose del Giappone, che li sfoggia addirittura sul cibo.

Pokémania Photo credit: web
Immagini dal Pokémon Café in Giappone – Photo credit: web

Sicuramente la saga di Pokémon è rimasta nel cuore di tutti noi, probabilmente ha iniziato tantissime persone al mondo dei videogiochi. Decisamente un po’ di Pokémania ha toccato tutti quanti.

RetroNerd torna la prossima settimana con un articolo di Pia Colucci!

Seguici su
InfoNerd
Instagram
Facebook

Federica Giorgi

Nata a Roma nel 1999. Studia Comunicazione, tecnologie e culture digitali alla Sapienza. Appassionata di cinema, serie tv, videogiochi, fumetti e tutto ciò che concerne l'universo Nerd.
Back to top button