Gossip e Tv

Riccardo Milani, il dolce cavaliere della simpaticissima Paola Cortellesi

Riccardo Milani è la dolce metà della bellissima e simpaticissima attrice Paola Cortellesi. Riccardo è nato a Roma il 15 aprile del 1958 e fin da piccolo ama il mondo dello spettacolo e del cinema. Di questa passione ne fa, una volta adulto, la sua carriera diventando regista e sceneggiatore e ad oggi è considerato uno tra i migliori nel campo.

Muove i suoi primi passi affiancato dal famoso Nanni Moretti e da Mario Monicelli, e dopo questo trampolino di lancio nel 1997 arriva nelle sale del cinema come regista del bellissimo film Auguri professore. Gran successo con il primo film debutta nel 1997 con La guerra degli Antò. Amato da tutti si fa notare e viene chiamato per collaborare per diversi spot televisivi tra cui, il più famoso quello per la Telecom con Daniele Luttazzi.

Non si ferma a questo, anzi, data la sua bravura decide di elaborare anche diverse serie televisive tra cui La omicidi e Il sequestro Soffiantini. Nel 2003, torna nelle sale del cinema con il suo film Il posto dell’anima nel quale unisce le sue i suoi due mestieri: regista e sceneggiatore. Nel 2015 torna come regista nella fiction è arrivata la felicità. Si dedica solo alle prime quattro puntate, lasciando il, successivamente, il lavoro al regista Francesco Vicario.

La vita privata di Riccardo Milani

Una carriera molto attiva che non fa dimenticare a Riccardo di dedicarsi alla sua vita privata. Ha un primo matrimonio con una donna lontano dal mondo dello spettacolo da cui ha due figlie: Chiara e Alice. Dopo il divorzio, il Milani, non si arrende e trovare l’amore e lo ritrova con la famosa attrice Paola Cortellesi. I due si sono conosciuti nel 2001 e dopo 7 lunghi anni di fidanzamento si sono sposati. La coppia, ad oggi felicemente innamorati e felici, nel 2013 sono diventati genitori della piccola Laura.  I due, condividono diverse passioni tra cui quella per lo spettacolo e si trovano molto spesso a lavorare insieme:

“Lavorare insieme porta qualche incomprensione, per noi sono molte. Ci mandiamo anche al diavolo. Però c’è molta differenza tra set e casa: a casa c’è un’atmosfera più malinconica e noiosa…“.

Marina Sara

Seguici su:

Facebook

Metropolitan Magazine

Instagram

Twitter

l’immagine di copertina – photo credits: ViaggiNews.com

Back to top button