Ristic, la nuova torre di Brescia

Germani Brescia è lieta di annunciare l’arrivo di Dusan Ristic, pivot serbo di 213 cm, che è cresciuto cestisticamente nelle fila della Stella Rossa Belgrado e nell’ultima stagione ha fatto parte del roster dell’Astana.

La presentazione

(Photo credits: NBAPassion)

“Avevo avuto modo di vedere Ristic all’opera negli USA qualche anno fa – spiega Marco Abbiati, direttore sportivo di Pallacanestro Brescia -. Nella sua esperienza in Europa, poi, lo abbiamo incrociato quando giocava nella Stella Rossa Belgrado e lo scorso anno ad Astana ha fatto un campionato di tutto rispetto. È un giocatore giovane, con margini di miglioramento importanti. Sono certo che potrà lavorare bene con il nostro staff tecnico, che sarà capace di aumentarne il rendimento, e sarà aiutato dal fatto che nella nostra squadra ci sono giocatori di esperienza che potranno dargli una mano ad adattarsi al campionato italiano”.

“Ristic può giocare vicino a canestro, ma ha visione di gioco e mani per concludere anche spostandosi sul perimetro – prosegue Esposito -. Questo ci permetterà di avere una buona pericolosità in varie situazioni. Ogni anno è andato crescendo, sia nel college che nella sua carriera europea, aumentando il proprio minutaggio e collezionando cifre positive. Ha sposato la nostra proposta immediatamente, mostrando grande disponibilità e il desiderio di diventare un giocatore importante, pronto a giocarsi le proprie carte anche per approdare in NBA. Siamo molto soddisfatti, anche perché sarà supportato dal mix di giocatori veterani che abbiamo nella squadra che potrà aiutarlo molto: credo che sia il giocatore adatto a noi, tenendo presente la tipologia di competizioni e gli avversari che andremo ad affrontare”.

La scheda

(Photo credit: BresciaTV)

Originario di Novi Sad, classe 1995, Ristic è un prodotto della Stella Rossa Belgrado, con cui cresce cestisticamente, compiendo tutta la trafila del Settore Giovanile. Nella stagione 2012-2013, pur continuando a far parte della squadra giovanile biancorossa, gioca anche con il Radnički FMP, squadra satellite della Stella Rossa.

Nella stagione 2013-2014 debutta nella Lega Adriatica e disputa anche due partite di EuroLeague, scegliendo però di non firmare un contratto da professionista. Nel gennaio 2014, infatti, decide di andare Oltreoceano, partendo dalla Sunrise Christian Academy di Wichita (Kansas). A marzo, però, si trasferisce a Tucson, entrando nell’University of Arizona ed entrando a far parte del roster dei Wildcats.

Nei quattro anni trascorsi al college, colleziona 141 presenze, mettendo a referto oltre 1.000 punti e 500 rimbalzi e diventando il giocatore più vincente dei Wildcats, con 115 vittorie all’attivo. Nell’anno da senior, disputato assieme a DeAndre Ayton e condito da 12.0 punti e 6.9 rimbalzi di media a gara, il suo nome viene inserito nel secondo quintetto della PAC-12.

Invitato al Portsmouth Invitational Tournment, dove disputa 3 gare e mette a segno 9.0 punti di media a partita, non viene scelto al Draft NBA del 2018. Inizialmente decide di partecipare alla Summer League con i Phoenix Suns, cambiando però la propria scelta prima dell’inizio del torneo: nel luglio 2018, infatti, firma un contratto di tre anni con la Stella Rossa Belgrado.

Nella stagione 2018-2019 gioca nella squadra guidata da Milan Tomic, disputando 15 gare (con 8.0 punti e 5.4 rimbalzi di media a partita) nella Lega Adriatica, vinta proprio dalla formazione biancorossa, e 13 partite in EuroCup (2.4 punti e 2.8 rimbalzi di media a gara), comprese le due giocate contro la Germani nel girone di qualificazione (8 punti a referto nella sfida dell’Aza Nikolic Hall).

Nel luglio 2019 viene ceduto in prestito all’Astana, dove disputa 7 gare del campionato kazako (14.9 punti e 8.4 rimbalzi di media a gara) e 18 della VTB League, con un fatturato medio di 15.7 punti e 10.9 rimbalzi a partita.

Con la Nazionale serba, vanta presenze nell’Under 16, nell’Under 18 e nell’Under 20. Con la rappresentativa Under 18, inoltre, ha partecipato ai campionati europei del 2012, conquistando la medaglia di bronzo.

seguici su Facebook: https://www.facebook.com/metropolitanmagazineitalia

Vai alla Home: https://metropolitanmagazine.it/

© RIPRODUZIONE RISERVATA