CalcioSport

Roma, prende forma l’operazione “SBHAD”

Adv

I giallorossi del duo Petrachi-Fonseca sono attivissimi sul terreno impervio del calciomercato. Le trattative proseguono, seppur a rilento, con l’obiettivo di costruire una rosa che possa lottare con le rivali per accedere alla prossima Champions League.

Eppur si muove“. Anche se lentamente. La celeberrima frase di Galileo Galilei sembra calzare a pennello nella descrizione dell’ultimo periodo romanista. Il calciomercato della Roma di James Pallotta, dopo l’ufficializzazione del direttore sportivo ex Torino, ha subito una forte impennata.

I capitolini devono rispettare le scadenze del 30 giugno (creare plusvalenze per 40/45 milioni di euro a chiusura di bilancio) mantenendo un occhio attento alla costruzione della rosa futura. I giallorossi sono alle prese, come i migliori Marines statunitensi, con l’operazione “SBHAD“, priorità assoluta degli uomini mercato di Petrachi e Pallotta.

Ovviamente, non esiste alcuna “Operazione SBHAD” in quel di Trigoria. È una sigla di nostra invenzione che semplifica tutte le voci di calciomercato che ruotano intorno al sole Roma. Torniamo nuovamente a Galileo, il punto di partenza di questo scritto. Codifichiamo insieme il codice.

S come Spinazzola

Il primo acquisto dell’era Petrachi è Leonardo Spinazzola, difensore sinistro arrivato dalla Juventus nell’ambito dello scambio con Luca Pellegrini. È il terzino più caro della Roma americana in virtù dei suoi 29 milioni di valutazione complessiva. Nella giornata di sabato, l’ormai ex bianconero ha svolto presso Villa Stuart le rituali visite mediche accompagnato da Davide Lippi, suo agente.

Spinazzola firmerà un contratto quinquennale a tre milioni di euro l’anno. Il calciatore della Nazionale apre, di fatto, la codifica del codice misterioso di nostra invenzione. Per la felicità di Fonseca che potrà abbracciare presto il suo nuovo terzino sinistro a tutta fascia.

Spinazzola-Roma-Juventus
Spinazzola con la sciarpa della Roma

Roma, B come Barella e Bartra

La seconda lettera della sigla accomuna due calciatori molto apprezzati dalle parti di Trigoria. Un centrocampista per donare dinamismo ad un centrocampo apparso, nella scorsa stagione, eccessivamente compassato ed un difensore centrale, adattabile anche a destra, che raccoglierà l’eredità ellenica di Manolas.

La Roma ha superato l’Inter nella corsa a Barella: i capitolini hanno trovato l’intesa con il Cagliari di Giulini (30 milioni cash più il cartellino di Defrel per un totale di 50) ma dovranno convincere l’azzurro che, nel frattempo, si era accordato con i nerazzurri di Conte. Nonostante la volontà del calciatore sia ormai più importante delle scelte dei club, c’è da attendere un rilancio deciso di Suning. Se l’Inter si accontenterà di Sensi rimanendo fermo sulla sua ultima offerta, Barella diventerà un giocatore di Fonseca.

Petrachi ha messo la freccia per Bartra: dopo l’incontro con il suo agente, la Roma ha incassato il “” deciso dello spagnolo di proprietà del Betis Siviglia. Con il club iberico ballano “soltanto” 5 milioni di euro: Pallotta offre 20, Haro Garcia (presidente degli andalusi, ndr) chiede 25. La trattativa potrebbe sbloccarsi grazie a Pau Lopez, il portiere tanto cercato da Fonseca: anch’esso di proprietà del Betis, Petrachi potrebbe beneficiare di un piccolo sconto se portasse a casa l’accoppiata dei biancoverdi.

H come Higuain: il sogno della Roma

La probabilissima partenza di Dzeko in direzione Milano, obbliga la Roma a piazzare un colpo importante in attacco. Il sogno si chiama Higuian ma le difficoltà di celebrare un matrimonio con l’argentino sono molteplici: il “Pipita” guadagna 13 milioni lordi l’anno e la Juventus ne chiede, solo per il prestito, ben 12. Troppi per i capitolini. Alle difficoltà meramente economiche dobbiamo aggiungere la titubanza del calciatore: l’ex Chelsea non è molto attratto dalla Capitale. La situazione potrebbe cambiare se Petrachi inserisse Zaniolo come contropartita tecnica: vale davvero la pena?

Roma-Barella-Cagliari
Barella alla Roma? (Credit: RomaGiallorossa.it)

A come Andersen

Non soltanto Bartra in difesa. La Roma segue con grande interesse Andersen, difensore centrale della Sampdoria di Ferrero. Lo stopper danese viene valutato dai blucerchiati 35 milioni di euro e la concorrenza è agguerrita, secondo quanto riportato da Sky Sport: Milan, diversi club della Bundesliga, Arsenal, Tottenham e Lione hanno acceso i propri fari sul calciatore.

Nelle ultime ore, il club transalpino sembra aver intensificato i rapporti con la società di Genova. La Roma dovrebbe avere nel presidente doriano il più fidato degli alleati: tifosissimo dei giallorossi, in caso di offerta congrua (cash e Frattesi?) potrebbe creare una via preferenziale ai capitolini.

D come Diawara

Chiudiamo col calciatore che, verosimilmente, diventerà il secondo acquisto dell’era Petrachi dopo Spinazzola. Il centrocampista del Napoli arriverà alla corte di Fonseca, suo estimatore, nell’affare che porterà Manolas all’ombra del Vesuvio. Limati gli ultimi dettagli: Diawara percepirà qualcosa in più di 2 milioni netti. Per l’ufficialità, ovviamente, si attende l’accordo totale tra i partenopei ed il centrale greco. Proprio nelle ultime ore, infatti, le due parti stanno cercando di trovare l’intesa sui diritti d’immagine.

Una sigla può sintetizzare a dovere il calciomercato di un club? Sembra proprio di sì.

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DELL’AUTORE

Pagina Facebook dell’autore

Account Twitter autore

Seguici su:

Pagina Facebook Metropolitan Magazine Italia

Account Twitter ufficiale Metropolitan Magazine Italia

Adv
Adv
Adv
Back to top button