Roma, in arrivo le spiagge in città: ecco cosa sono

Per affrontare al meglio l’estate, il comune di Roma ha allestito cinque stabilimenti in grado di accogliere le persone che resteranno in città.

I parchi di Roma (Turismo Roma)
I parchi di Roma (Turismo Roma)

Da domani il comune di Roma aprirà ufficialmente i cinque parchi attrezzati con sdraio e ombrelloni. L’accesso sarà libero, pur con l’obbligo di mantenere il distanziamento sociale

Anche chi resterà a Roma si divertirà. Questo è almeno l’obiettivo del comune, che proprio il 20 luglio aveva annunciato la creazione di nuove aree di intrattenimento, anche sul Tevere. Mai come quest’anno, infatti, tante persone non andranno in vacanza, e necessitano quindi di svagarsi in città. E proprio da domani queste strutture saranno operative: fino al 26 settembre le persone avranno a disposizione vere e proprie spiagge cittadine.

Quali sono

Gli stabilimenti sono situati presso cinque parchi cittadini: parco delle Canapiglie, parco della Biblioteca Laurentina, Villa Doria Pamphilj, parco Pino Lecce e parco di Aguzzano. Ognuno di essi ha una capienza minima di 70 persone ed è facilmente raggiungibile con la metro o con i pullman. All’interno dei parchi l’agenzia Zétema ha ricostruito un vero e proprio ambiente spiaggistico, con sdraio, ombrelloni, nebulizzatori, punti di ristoro e bagni.

I parchi di Roma saranno aperti al pubblico dalle 9 alle 19, senza bisogno di prenotazione. Al loro interno il personale organizzerà diversi giochi per gli ospiti più giovani e attività fisiche per tutti. Si potrà praticare ginnastica, yoga e pilates, oltre al “gioco calcio”, una sfida ai rigori con tanto di premi.

Le regole

I parchi di Roma saranno aperti al pubblico dalle 9 alle 19, senza bisogno di prenotazione. Al loro interno il personale organizzerà diversi giochi per gli ospiti più giovani e attività fisiche per tutti. Si potrà praticare ginnastica, yoga e pilates, oltre al “gioco calcio”, una sfida ai rigori con tanto di premi.
L’accesso e le attività sono uniformi al regolamento sanitario tuttora attivo, e pertanto all’interno delle aree si dovrà sempre mantenere il distanziamento sociale. Le persone con temperatura superiore a 37,5 gradi non potranno in ogni caso accedere alle strutture. Gli ospiti dovranno inoltre portarsi da casa teli da bagno e tappetini per le attività sportive.

© RIPRODUZIONE RISERVATA