Calcio

Romelu Lukaku, frizione con Tuchel: il calciomercato torna d’attualità?

È stato uno dei colpi più importanti del calciomercato estivo. Voluto dalla società, dall’allenatore ed agognato a gran voce da tutti i tifosi dei Blues. Dal canto suo, Romelu Lukaku ha fatto di tutto per tornare al Chelsea. Ora, però, qualche piccola incrinatura nel rapporto idilliaco tra i due universi sembra essersi palesato. Un infortunio e la positività al Covid-19 hanno condizionato, largamente, la prima parte di stagione di Big Rom ed il belga era presto scivolato nelle gerarchie di Thomas Tuchel. Lo sfogo dell’ex Inter, decisivo dalla panchina nella gara contro l’Aston Villa, potrebbe aprire spiragli di calciomercato clamorosi.

Le parole di Romelu Lukaku preoccupano i tifosi dei Blues

Ecco cosa aveva detto il panzer belga:

Io e l’allenatore abbiamo avuto un paio di conversazioni su quello che voleva da me. Ovviamente gli ho detto che sono multidimensionale. Si tratta solo di avere un po’ di chiarezza su come vuole impiegarmi. E poi qualunque cosa lui voglia da me, sono in grado di farlo. Posso correre all’indietro, posso pressare, posso tenere palla alzando la squadra. Penso che nel corso degli anni queste siano le qualità che ho aggiunto al mio gioco. Quindi volevo solo un’opportunità, l’ho avuta oggi, sono felice di aver aiutato la squadra, ora voglio solo andare avanti”.

Tutto risolto, quindi? Forse sì, ma attenzione al futuro. Se le frizioni tra i due dovessero perdurare nel tempo, il Chelsea sarebbe costretto a scegliere tra il tecnico che ha portato i londinesi sul tetto d’Europa ed il bomber pagato ben 115 milioni di euro. Ma quali sono le squadre che potrebbe accogliere Romelu Lukaku? In teoria soltanto quattro: Manchester City, Liverpool, Real Madrid e Paris Saint-Germain. Aspettando, ovviamente, le mosse (e la categoria futura) del nuovo Newcastle.

Seguici su Metropolitan Magazine

(Credit foto – Goal Africa pagina Facebook)

Back to top button