Gossip e Tv

Romina Power il post dedicato al padre Tyrone: “Quando ti vengono recise le tue radici ne senti la mancanza per il resto della vita”

Romina Power lo scorso 5 maggio ha ricordato su Instagram il padre Tyrone in occasione del compleanno con un post nel quale appaiono immagini dell’infanzia dell’ex moglie di Al Bano in compagnia della famiglia insieme alla didascalia:

“Quando ti vengono recise le tue radici ne senti la mancanza per il resto della vita. Come non ricordare il tuo compleanno ogni anno?”

Fonte: Profilo Instagram Romina Power

La cantante e personaggio tv aveva pubblicato nel 1998 un libro dedicato al compianto attore intitolato “Cercando Mio Padre” e nell’intervento a “Verissimo” nel 2018 aveva raccontato in merito:

“Dopo il divorzio dei miei genitori, a 5 anni, sono andata a vivere in Messico. Non ricordo nulla di quel periodo, infatti ho scritto un libro con questo titolo perché cercavo mio padre nei ricordi degli altri. Ho capito, scrivendo il libro, che sarebbe stato un papà incredibile, che avrei fatto sicuramente cinema e teatro insieme a lui se fosse vissuto, sarei andata in giro con lui sulla sua barca a vela, sarebbe stato bello”.

Romina Power il padre Tyrone: l’incidente fatale sul set

Inoltre si era soffermata sulle qualità del padre:

“Era un uomo molto bello, ma era bello anche di animo, era una persona veramente buona. Per anni sono andata alla ricerca delle sue lettere, dei suoi amici, come qualsiasi figlia che non ha potuto vivere con il suo papà. Se ne è andato troppo presto; una vita spezzata a metà”.

Nato a Cincinnati nel 1914, Tyrone Power segue le orme del padre attore del cinema muto ed a soli 11 anni arriva il primo ruolo in “School For Wives”  diretto da Victor Halperin, ma è nel 1936 che raggiunge il successo firmando un contratto con la 20Th Century Fox notato da Daryl Zanuck per la sua bellezza. Grazie al suo fascino che lo rende un sex symbol globale, arrivano ruoli importanti nei lungometraggi “Maria Antonietta”(1938) di W.S. Van Dyke, “Jesse il bandito”(1939) di Henry King “Sangue e arena“(1941) di Rouben Mamoulian. Due anni dopo dall’ultimo film, si arruola nei Marines durante la Seconda Guerra Mondiale.

Dopo la parentesi bellica, sposa in seconde nozze Linda Christian: dalla loro unione nascono le figlie Romina (1951) e Taryn (1953). Ritorna protagonista al cinema con il film di Billy Wilder “Testimone D’Accusa” e nel 1958 con “Salomone E La Regina Di Saba”. Il set si rivelerà fatale poiché a Madrid durante le riprese della pellicola di Vidor, Tyrone Power ha un attacco cardiaco: muore durante il trasporto in ospedale a 44 anni

Seguici su

Facebook, Instagram, Metrò, La Rivista Metropolitan Magazine N5

Back to top button