Formula 1

Ross Brawn: “Se Hamilton non si fosse fermato, sarebbe successo un disastro”

Come di consueto, sono arrivate le parole di Ross Brawn che, con la solita competenza, ha analizzato quello che è successo nel Gran Premio di Turchia vinto da Valtteri Bottas. Nelle disamina del dirigente sportivo c’è anche spazio per l’avvincente lotta al titolo tra Lewis Hamilton della Mercedes e Max Verstappen della Red Bull.

Le parole di Ross Brawn dopo la Turchia

Ecco le parole del direttore generale e responsabile sportivo del progetto F1 dopo il Gran Premio di Turchia:

Ancora una volta le squadre hanno dovuto affrontare una difficile decisione tattica. In questi scenari fai affidamento al tuo giudizio, all’esperienza e alle sensazioni. Come visto nel caso di Lewis, c’è stata un’iniziale resistenza dall’abitacolo a rientrare per il pit. Quanto queste situazioni non sono nette e dal pilota ti arriva un un rinvio, è facile per un team rinunciare a quella che sente essere la decisione corretta. Il pilota è in una bolla, ha bisogno di darti informazioni ma quel che non possono vedere sono tutti i dati che alimentano il muretto. Nel caso di Lewis, se non si fosse fermato e le gomme fossero finite o se fosse tornata una leggera pioggia, sarebbe precipitato in classifica e sarebbe stato un disastro, non si possono vincere tutte le gare“.

Tutti sappiamo come i punti siano fondamentali a ogni passaggio della stagione, ma quando entri in questa fase, ti concentri su ogni singolo punto. Dovresti farlo per tutto l’anno ma non è la stessa cosa quando arrivi alle ultime gare, nelle quali ogni cosa è più intensa e sai che se sbagli non c’è tempo per recuperare“.

Seguici su Metropolitan Magazine

(Credit foto – Pagina Facebook MemasGP)

Adv
Adv
Back to top button