Rugby | Calvisano campione d’Italia

Il Rugby Calvisano trionfa nella finalissima dell’89° campionato italiano e può festeggiare il settimo titolo nella storia del club.

Il Calvisano s’impone nella finale contro il Rovigo e può festeggiare il suo settimo titolo. Dopo una stagione entusiasmante i ragazzi di Massimo Brunello si impongono davanti al proprio pubblico e riportano il tricolore a casa. Andiamo a rivivere le emozioni di un’annata da ricordare.

Un inizio difficile

Un inizio sicuramente non dei migliori per la squadra di Calvisano che durante le prime 8 partite raccoglie 4 successi e altrettante sconfitte che fanno mantenere al Calvisano la quinta posizione in classifica.

Alle vittorie contro Verona, Medicei, Lazio e Valorugby si sono contrapposte le sconfitte contro San Donà, Fiamme Oro ma sopratutto quelle pesanti contro Petrarca Padova e Rovigo, le dirette contendenti al titolo finale.

L’inizio di una serie positiva

Dopo un inizio al di sotto delle aspettative, il Calvisano torna in campo nella nona giornata di Top 12 affrontando fuori casa il Mogliano. Quello che serve è una prova di carattere per tornare alla vittoria subito dopo la doppia débacle contro Petrarca e Rovigo. Cosi avviene e passa vittorioso per 23-32. Da li in poi una corsa inarrestabile.

La squadra di Massimo Brunello vince e convince, partita dopo partita non si ferma più e mette in fila 14 vittorie consecutive in campionato che gli valgono il primo posto nella regular season. Importantissima la vittoria nel girone di ritorno proprio ai danni del Rovigo durante il turno 19 che permette ai giallo neri di agguantare il primo posto proprio ai danni di Rovigo.

Calvisano e i Play Off

Conclusa la stagione regolare si hanno i verdetti definitivi; mentre Lazio e Verona andranno a giocarsi lo spareggio per rimanere in Top 12, le prime 4 della classe si contenderanno il trono per farsi eleggere campioni d’Italia.

Azione di gioco del Calvisano
Calvisano e Rovigo durante la semifinale di Play Off – Credit: Calvisano Rugby Pagina ufficiale

A qualificarsi ai Play Off, oltre a Calvisano che ha il vantaggio di chiudere il campionato in prima posizione ci sono Rovigo, Petrarca Padova e Valorugby. Mentre la squadra di coach Brunello affronterà proprio quest’ultima, Rovigo e Petrarca si affrontano in una semifinale che sa di spettacolo.

Nel doppio confronto passano il Calvisano e il Rovigo. Ormai è una finale delineata. E’ di nuovo Calvisano contro Rovigo.

Calvisano e Rovigo, storia infinita

Un’altra finale, un’altra storia da scrivere. Quella tra Calvisano e Rovigo si prospetta ancora una partita affascinante tra due squadre che negli ultimi anni hanno fatto emozionare gli appassionati di questo sport.

Negli ultimi 6 anni abbiamo assistito a cinque finali in cui si sono confrontate le due formazioni, nel mezzo solo la quella dell’anno scorso dove Calvisano ha ceduto al Petrarca Padova.

Quest’anno le due squadre si sono affrontate nel doppio confronto in campionato con una vittoria a testa, cosi come nella Continental Shield dove si sono affrontate anche qui in finale. Anche in questo caso una vittoria per uno, a volare in Challenge Cup sono però i giallo neri grazie alla differenza punti.

Calvisano festeggia il titolo
La squadra di Calvisano che festeggia il settimo titolo – Credit: Rugby Calvisano . Pagina ufficiale

La finale

Ieri pomeriggio presso il San Michele, davanti a circa 4000 spettatori è andata di scena la finalissima tra le due contendenti al titolo d’Italia. Sotto un cielo grigio parte la partita, sin da subito vivace e sono proprio i giallo neri che si portano subito in vantaggio grazie al piede di Pescetto dopo solo 3 minuti. Rovigo prova a reagire e crea un buon gioco senza mai trovare la strada verso la meta. Primo tempo che va avanti a suon di calci e si conclude con il risultato di 12-3.

Il secondo tempo è all’insegna del Calvisano che legittima la vittoria con le mete di Manfredi e Bruno. Per il Rovigo non c’è più nulla da fare, arriva solo nel finale la meta di consolazione da parte di Canali. Il match si conclude con il risultato finale di 33 a 10.

Calvisano è campione d’Italia e può festeggiare la vittoria del suo settimo titolo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA