Il calciomercato della Lazio parte in quarta. Conclusi i primi acquisti, si lavora senza tregua sul fronte uscite, dove a tenere banco sono le questioni Milinkovic Savic e Luis Alberto. E intanto domani inizia la nuova stagione: appuntamento in Paideia per le visite mediche di rito

Lavorare d’anticipo così da evitare il pericolo di ritrovarsi immischiati nelle sabbie mobili del calciomercato e permettere ad Inzaghi di avere a disposizione fin da subito i nuovi arrivati. Una strategia ben chiara quella delineata in casa Lazio: in appena una settimana due acquisti ufficiali ed altri due affari in via di definizione.

Innesti ragionati in reparti dove era obbligatorio mettere mano per alzare l’asticella, attendendo di definire, prima di sferrare gli ultimi colpi in entrata, il futuro di Milinkovic-Savic e Luis Alberto. Situazioni delicate che, se ben gestite, potrebbero regalare ad Inzaghi una rosa competitiva su tutti i fronti.

Lazio
Milinkovic Savic e Luis Alberto: le due chiavi di volta del mercato biancoceleste- Photo Credit: Getty Images

E mentre Tare lavora ininterrottamente, oggi inizia ufficialmente la nuova stagione per i biancocelesti che si ritroveranno, a partire da domani mattina, in Paideia per svolgere le visite mediche di idoneità agonistica.

I fantastici quattro

Intervenire nei settori con più criticità per poi concentrarsi sul resto. Una modalità operativa ordinata ed intelligente quella posta in essere dal ds Tare, il quale, grazie ai contatti avviati da varie settimane, in pochi giorni è riuscito a ritoccare la difesa, il centrocampo e, anche se solo parzialmente, l’attacco.

Partendo dal basso, il primo nome nuovo è quello di Denis Vavro, difensore centrale di un metro e novanta proveniente dal Copenaghen, classe 1996. Un acquisto interessante, sia per la reputazione maturata in patria dove è considerato il nuovo Skriniar, sia per l’esborso economico compiuto dalla Lazio per accaparrarselo (11,5 milioni di euro). Un profilo giovane che potrà sfruttare tutto il ritiro per memorizzare i nuovi movimenti e trovare l’affiatamento giusto con Acerbi.

Lazio
Denis Vavro è il terzo difensore più pagato della storia laziale dopo Jaap Stam e Sinisa Mihajlovic- Photo Credit: Getty Images

A centrocampo i nuovi arrivi rispondono ai nomi di Manuel Lazzari e Jony, entrambi in attesa di essere resi ufficiali. L’ex Spallino, a lungo corteggiato dalla Lazio, approda nella capitale per fare il definitivo salto di qualità. I tifosi si aspettano tanto da lui e dalle sue fughe sulla fascia destra. Immobile ha bisogno dei suoi cross per ritrovarsi.

Sulla sinistra, invece, ecco Jony, esterno tecnico e veloce del Malaga (in prestito all’ Alaves nel campionato appena terminato) il quale, all’occorrenza, potrebbe anche essere spostato verso il centro grazie alle sue capacità di suggeritore (11 gli assist forniti nell’ultima stagione).

Lazio
“Domani (oggi n.d.r.) Lotito e Mattioli si vedranno in Lega, e potrebbe essere il giorno giusto per chiudere. Mancano quei classici dettagli che ci sono in ogni operazione, in particolare sulle modalità di pagamento. Adesso dipende dalla Lazio, non da noi. Quello che dovevamo fare, lo abbiamo fatto”.- Vignati (ds Spal) (Sky Sport)- Photo Credit: www.foxsports.it

In attacco, infine, è ufficiale l’approdo in biancoceleste dell’ex Liverpool Bobby Adekanye, giunto all’ombra del Colosseo a parametro zero. Un giovane in grado di svariare su tutto il fronte offensivo. Velocità e dribbling le sue doti migliori. Questa stagione, in UEFA Youth League ha collezionato quattro presenze e due reti.

Odi et amo…

Archiviata la prima parte del mercato, la dirigenza laziale è ora costretta a focalizzarsi sulle cessioni, cercando di risolvere in primis la posizione Luis Alberto.

Il futuro del numero 10 appare alquanto incerto con l’asse Roma-Siviglia sempre caldo. Nei prossimi giorni, come riportato da vari quotidiani, dovrebbe andare in scena un incontro chiarificatore in quel di Formello tra calciatore e società con gli andalusi alla finestra desiderosi di riportare il Mago a casa. Un interesse, quello degli spagnoli, confermato implicitamente anche dal ds Monchi che qualche giorno fa ha glissato sulla questione affermando:

“Non fatemi domande su Luis Alberto, non mi piace parlare di giocatori che non fanno parte della rosa del Siviglia. Sarebbe una mancanza di rispetto, e per di più lui è anche cresciuto qui. Conosco il calcio italiano e so che se ora dicessi qualcosa, domani diventerebbe una bomba”. (lalaziosiamonoi.it)

Il centrocampista biancoceleste, dopo le dichiarazioni dei giorni scorsi, ha mitigato la sua posizione prima con un Tweet di risposta alle voci di mercato e poi, come riporta La Repubblica, con un messaggio eloquente recapitato ad Inzaghi: “Voglio restare”.

Luis Alberto partirà per Auronzo, ma il suo futuro è ancora tutto da decifrare.

La Lazio è pronta a salutare il Sergente

Altra questione delicata, da risolvere nel più breve tempo possibile, è quella legata al destino di Milinkovic-Savic, top player scelto come “vittima sacrificale” per finanziare gli ultimi movimenti in entrata.

La seconda parte del mercato biancoceleste, infatti, è legata a doppio filo con il futuro del serbo. Giocare eccessivamente a rialzo sul prezzo del cartellino potrebbe ritardare le tempistiche del mercato della Lazio. Lotito è cosciente di ciò, ma allo stesso tempo è consapevole di avere tra le mani un gioiello da far fruttare al massimo evitando di svenderlo alla concorrenza.

La questione è entrata nella sua fase calda. Con la Juventus defilatasi (almeno al momento) dopo l’arrivo di Rabiot, sul centrocampista biancoceleste è forte l’interesse di PSG e Manchester United.

Lazio
Milinkovic esulta dopo aver sboccato l’ultima finale di Coppa Italia- Photo Credit: www.fantamagazine.com

In particolare, secondo il Sun, l’agente del calciatore sarebbe volato in Inghilterra per parlare con i Red Devils, i quali, secondo varie fonti, sarebbero pronti ad offrire 75 milioni di euro, cifra coperta in parte dall’eventuale cessione di Pogba. I parigini, dal canto loro, dopo gli assalti delle scorse settimane, starebbero valutando al meglio la situazione e, secondo Sportmediaset.it, l’ultima offerta sarebbe quella intorno ai 55 milioni di qualche giorno fa.

Cifre ritenute eccessivamente basse da Lotito che per lasciare partire il Sergente vorrebbe almeno 100 milioni. Una quotazione probabilmente coerente con i valori di mercato odierni, ma che forse andrebbe rivista un po’ al ribasso per scongiurare il rischio di bloccare eccessivamente a lungo il mercato in entrata.

Il ritiro di Auronzo si avvicina sempre di più; ogni momento può essere quello decisivo per l’accelerata decisiva.

Account Twitter autore

© RIPRODUZIONE RISERVATA