Cultura

Sanremo2018: Le Pagelle Della Quarta Serata

La quarta serata del Festival è stata quella più ricca della cinque giorni sanremese: 28 le canzoni tra big e giovani che abbiamo ascoltato ed abbiamo avuto i primi verdetti. 

Premio Mia Martini  Giovani: Mirkoelicane

Premio Lucio Dalla – Sala Stampa Giovani : Alice Caioli

Classifica Giovani

Vince Ultimo, secondo posto per Mirkoilcane, terzo posto Mudimbi

Classifica Big , votata dalla Giuria Di Qualità presieduta da Pino Donaggio e composta da: Giovanni Allevi, Serena Autieri, Milly Carlucci, Gabriele Muccino, Rocco Papaleo, Mirca Rosciani, Andrea Scanzi

Fascia blu: Gazzè Barbarossa Caccamo Moro-Meta Ron Vanoni-Pacifico-Bungaro Diodato-Paci
Fascia gialla: Le Vibrazioni Annalisa The Kolors Avitabile-Servillo Canzian Lo Stato Sociale
Fascia rossa:  Decibel Facchinetti-Fogli Noemi Rubino Biondi Elio Zilli

Ed adesso passiamo ai voti!

Giovani

MonteiroBianca una canzone piena di ghirigori quella presentata dall’ex ballerino di Amici, che invece di impreziosirla ma causano l’effetto opposto, rimandato voto 4

MirkoeilcaneStiamo Tutti Bene al secondo ascolto questo romanzo racconto del bambino che affronta un viaggio in mare si conferma il miglior brano delle Nuove Proposte, che viene premiato con il Premio della Critica Mia Martini Nuove Proposte ed il secondo posto. Vincitore morale, voto 9

Alice Caioli – Specchi Rotti Di lei abbiamo già apprezzato il groove del pezzo, al quale va accompagnata una buona performance. La Caioli si aggiudica  il Premio Lucio Dalla – Sala Stampa Nuove Proposte. voto 7

Ultimo – Il Ballo Delle Incertezze Il rapper presenta una ballad intensa e dal sapore radiofonico sul palco dell’Ariston che vince la sua categoria e convince. Una piacevole sorpresa, voto 7

 

Ultimo, vincitore Nuove Proposte – immagine web

 

Giulia Casieri – Come Stai Parte potente ma arranca per arrivare in alto, vedremo se sarà premiata dalle chart una volta terminato il Festival. Ha bisogno di tempo, voto 5

Mudimbi – Il Mago Avevamo già apprezzato il pezzo autobiografico, che si contraddistingue per il suo arrangiamento scanzonato e divertente che lo porta su gradino più basso del podio. Terzo posto per lui, probabile il suo frequente passaggio nel futuro airplay radiofonico. Simpatico, voto 7

Eva Cosa Ti Salverà Il brano della rossa tatuata ex X Factor ha un grande potenziale, che ricorda vagamente la Controvento di Arisa vincitrice del Festival 2014. Ma la Perello non arriva ai livelli della cantante lucana, manca ancora qualcosa, ed un pizzico di voce in più…Voto 6,5

Lorenzo Baglioni – Il Congiuntivo il congiuntivo che non ti aspetti, quello che fa divertire nella sua forma di filastrocca disegnata dal cantautore toscano che sdogana l’incubo del modo verbale con la lezione raccontata nel brano. Tormentone? voto 7

 

Lorenzo Baglioni – immagine web

I Big In Gara

Renzo Rubino con Serena Rossi – Custodire Rubino stasera in versione gipsy elegante, accompagnato dall’attrice riscoperta cantante da Tale E Quale. Il brano prende una nuova forma in questa versione convincendo molto di più. Two is better than one, voto 6+

Le Vibrazioni con Skin, il gruppo redivivo milanese si permetto di scomodora la leader degli Skunk Anansi,e che ruba la scena a Sarcina e friends per un brano che calzerebbe a pennello in un album dei Modà. Per citare Jovanotti, l’artista ospite è un fiore cresciuto nel cemento. Voto 8 solo per la performance impeccabile di Skin

Noemi con Paola TurciNon Smettere Mai Di Cercarmi La presenza della Turci da una grande forza al pezzo, che in questa nuova veste a due voci convince tanto per il tono dettato in primis da Paola seguita a ruota da Noemi. Incastro perfetto voto 8

Noemi & Paola Turci – immagine web

Mario Biondi con Ana Carolina e Daniel Jobim – Rivederti stasera diventata una ballad sospesa tra jazz e bossanova trasportata dalla voce di Ana carolina, che non le fa spiccare il grande salto. Noiosa altro che saudagi, voto 4

Annalisa con Michele Bravi – Il Mondo Prima Di Te Una delle canzoni migliori di questa annata nella forma duetto con l’ex x factor e la sua fastidiosa voce che viene sovrastato dalla rossa savonese che sale in cattedra. Meglio sola che male accompagnata voto 7

Stato Sociale con Paolo Rossi e il Coro dell’Antoniano – Una Vita In Vacanza. Momento di rottura con il pezzo un pò paraculo dei bolognesi stasera senza vecchia che balla ma con il Coro Dell’Antoniano e l’irriverenza di Paolo Rossi. Ed è subito Zecchino D’Oro voto 7+

Max Gazzè con Rita Marcotulli e Roberto Gatto La Leggenda Di Cristalda E Pizzomunno Sarà la presenza degli ospiti, sarà la nuova veste, stasera convince di più rispetto alle precedenti esibizioni. Riscoperta,voto 6,5

Decibel con Midge Ure
Ruggeri e soci sono accompagnati dal leader degli Ultravox, trasformatosi nell’ex sindaco di Milano Albertini. L’apporto del musicista di Glasgow regala un tocco magico al brano. Voto 8

Ornella Vanoni-Bungaro-Pacifico con Alessandro Preziosi – Imparare Ad Amarsi Sua maestà Orny, è accompagnata da ben tre uomini. L’ospite è Alessandro Preziosi in teatro con Van Gogh L’Odore Assordante Del Bianco, si concede una pausa per calcare il palco assieme alla Vanoni di rosso vestita che oscura l’attore partenopeo che si lascia andare a miagoli in stile Sangiorgi. Duetto inutile , voto 7 per Regina Vanoni.

Diodato-Roy Paci con Ghemon Adesso. L’ospite, che si presenta come un mix tra Raimondo Vianello ed Eminem con outfit nel quale predomina il marrone chiaro, si lascia coinvolgere da Diodato e Roy Paci tra l’altro con una parte nuova del testo scritta ad hoc accompagnato dalla sua voce calda ed ammaliante. Voto 9

Diodato, Roy Paci & Ghemon – Immagine web

 

Facchinetti-Fogli con Giusy Ferreri – Il Segreto Del Tempo Siamo alla prima fermata del museo delle cere. Troviamo per puro caso anche Giusy Ferreri che si inoltra in una gara di virtuosis..ahem gorgheggi con Facchinetti. Roba che neanche con il collutorio..Il risultato? Na cagnara, voto 3

 

Avitabile-Servillo con Daby Touré e Avion Travel – Il Coraggio Di Ogni Giorno
Napoli incontra l’Africa . Una suggestiva versione di questa perla con la partecipazione degli Avion Travel,che convince in tutte le salse ed in tutte le lingue. Un crogiolo tribale voto 8

Meta-Moro con Cristicchi – Non Mi Avete Fatto Niente si apre con la lettera scritta da uno dei genitori del bimbo e della madre che hanno perso la vita nella strage del Bataclan. Simone conferisce una grande carica emotiva al pezzo, supportato dall’intensità della voce di Ermal Meta in contrasto con quella di Moro che ha lo abbandona definitivamente con uno degli acuti sul finire della canzone. Fondamentale Cristicchi voto tutto per lui 8

 

Caccamo con Arisa – Eterno . E’ un piacere risentire e rivedere Arisa all’Ariston con Caccamo, che hanno fuso completamente le loro voci in un duetto tra i migliori della serata. Non ci sono storie, la voce dell’artista lucana ha trasformato radicalmente la canzone. Fosse stata presentata in questa versione avrebbe avuto accesso legittimo al podio. Dalle stalle alle stelle, voto 8

Ron con Alice Almeno Pensami . L’interprete di Per Elisa accompagna Rosalino per un duetto rivelatosi un esperimento riuscitissimo grazie alla voce pulita, eterea e perfetta dell’ospite ed al testo di Dalla. Buona anche la terza, 8

 

Ron & Alice – immagine web

Red Canzian con Masini. L’artista veneto secondo stop al museo delle cere, tasera si spoglia della sua chitarra per concentrarsi al duetto con il cantante fiorentino e la sua voce da disperato. Il risultato non è epico. Incartapecoriti poco convincenti, voto 5

The Kolors con Tullio de Piscopo e Enrico Nigiotti – Frida. Il trio ex amici si avvale della collaborazione di un altro concittadino, il signore delle percussioni Tullo De Piscopo che da un grosso apporto al brano con il suo solo che fa alzare in piedi tutta la platea. Sul finale arriva anche la chitarra di Nigiotti. E niente Tullio alza di due spanne Frida, voto 7,5

Barbarossa con Anna Foglietta – Passame Er Sale. Dopo Preziosi, un’altra attrice calca il palco di questa edizione del Festival, trovandosi a suo agio nei panni della cantante. Pessimo outfit, buona intepretazione, brava Anna! Voto 6,5

Nina Zilli con Cammariere – Senza Appartenere
Lunga introduzione del pianista calabrese che fa da apripista alla voce della Zilli, stasera con un altro bellisimo outfit non ha sbagliato nulla nel suo look questi giorni. Per quanto riguarda il brano invece non riesce ancora a trovare una sua identità. Un altro particolare che abbiamo adorato sono i favolosi orecchini che vincono la palma di miglior accessorio. Amorfa, voto 4

Elio con I Neri per Caso – Arrivedorci Un palco affollatissimo quello che si va a popolare con l’ultimo duetto della serata tra la superband in gara ed i loro ospiti la crew campana specializzata in cori a cappella. Il mix è perfetto, grazie a questo strepitoso featuring. A volte ritornano, voto 7

Ospiti
Gianna Nannini concede sul palco la sua Fenomenale, primo estratto di Amore Gigante per poi cadere nelle braccia del dittatore Baglioni per duettare con la sua Amore Bello, in una meravigliosa performance. Meno male che Gianna C’è voto 10

Piero Pelù con Baglioni, si cimenta nella cover rock di Il Tempo Di Morire. breve ma intenso passaggio sul finale con un accenno sulla violenza sulle donne ” quest’uomo si è lasciato con la donna ed ha sfogato la sua rabbia prendendo carta e penna” cuore d’oro. Un tornando sul palco voto 8

Federica Sciarelli in compagnia del dittatore Baglioni che sullo sfondo canta Tu Come Stai, ripete la stessa ed identica gag vista già con Franca Leosini. Bastava un pizzico di fantasia da parte degli autori per osare di più. Voto alla simpatia 7

Premio della carriera a Milva, ritira il premio la figlia che legge una lettera della madre, che ha abbandonato le scene nel 2010, voto 7

Presentatori

Baglioni il dittatore continua con il suo Festival nel festival dividendosi tra i duetti con gli ospiti ed i siparietti comici nelle vesti di direttore d’orchestra, con un gesto di “rottura”, spezzando la bacchetta del maestro Vessicchio. Surclassato da Favino voto 6,5

Pierfrancesco Favino Stasera l’attore tra poco nelle sale con il film di Muccino, ci delizia nella gag del coro che ricorda Altrimenti Ci Arrabbiamo ed un pò Mr Bean. Segue l’esempio di Michelle scendendo in platea per salutare moglie e figlia con un bouquet e dei tramezzini. Padre e marito apprensivo e soprattutto abbiamo scoperto che suona bene anche il sax. Baglioni facce largo, incontenibile voto 9

Michelle Hunziker, stasera vestita da Moschino, passa la prova costume sfoggiando anche il bouquet che ricorda più un uovo di pasqua ed è relegata al ruolo di presentatrice-valletta. L’unico grande spazio che le viene concesso è l’apertura in trio con Baglioni e Favino sulle note di Heidi – rock version, che la omaggia per la sua provenienza . Contenuta, voto 7

Nicky Abrami

nickyabrami

Siciliana trapiantata a Roma. Abbandonati gli studi universitari, ho girato e giro in lungo e largo l'Italia per amore della musica e per passare qualche giorno in compagnia dei miei amici e di un buon bicchiere di vino. Ho collaborato con magazine musicali scrivendo live report su vari artisti italiani e stranieri e da gennaio 2017 ho occhi solo per Metropolitan Magazine
Back to top button