Otto anni fa andava in scena Monza 2012, round del mondiale SBK condizionato dalla pioggia e da decisioni molto discutibili.

SBK Monza 2012 – Gara1 cancellata a causa della forte pioggia

Il 6 maggio 2012 si disputò il round della WorldSBK sul tracciato di Monza. Doveva essere la grande festa per i 25 anni di storia della SBK, invece è diventato uno dei round più controversi della storia del mondiale delle derivate di serie. Gara 1 parte con il sole e il circuito asciutto, ma dopo solo due giri e la brutta caduta di Marco Melandri inizia a piovere intensamente. Ecco che arriva la giusta bandiera rossa.

SBK Monza 2012 Gara 1
Poco dopo l’esposizione della bandiera rossa, ecco che arriva il forte scroscio d’acqua – Photo Credit: WorldSBK.com

Nel frattempo la moto di Max Biaggi si spegne dopo la prima variante e Carlos Checa lo spinge fino ai box. Gesto di grande sportività da parte del campione del mondo SBK nel 2011. Si cerca di ripartire e la gara viene dichiarata bagnata, ma mentre i piloti fanno il giro di pista dietro la Safety Car, si scatena nuovamente il diluvio. Vista la durata delle gomme da bagnato di Pirelli nel corso delle qualifiche la direzione gara decide di cancellare di Gara1. Subito dopo smette di piovere, il vento asciuga la pista e i piloti della Supersport disputano regolarmente la loro gara.

SBK Monza 2012 – Gara 2 tra poca pioggia e tanti fischi

Alle 15.30 i piloti Superbike si schierano per la partenza, due giri di ricognizione e uno in meno di gara. I piloti finiscono la doppia ricognizione e si alzano alcune mani dallo schieramento. La pista in alcuni tratti è umida e i piloti vogliono aspettare che si asciughi. Il pubblico sugli spalti inizia ad innervosirsi e la direzione di gara risvolge la procedura di partenza. Nel warm-up lap arrivano i colpi di scena: la Ducati di Guintoli e la BMW di Fabrizio si spengono durante il giro di ricognizione.

SBK Monza 2012 Sykes
Sykes e la Kawasaki erano stati perfetti in tutto il week-end di Monza – Photo Credit: WorldSBK.com

Finalmente si parte per Gara2. Ottima partenza di Tom Sykes, seguito da Melandri, Laverty e Biaggi. La Kawasaki e Sykes sono in giornata di grazia ed ad ogni giro aumentano il distacco dagli inseguitori che si ostacolano tra di loro, in particolare Melandri e Biaggi che vengono superati anche da Leon Haslam. ”Pocket Rocket” rimonta fino alla seconda posizione seguito da Eugene Laverty, ma dopo sette giri il distacco da Sykes sale a nove secondi. All’ottavo giro arriva l’ultimo colpo di scena della giornata: poche gocce sulla pista e il gruppetto degli inseguitori alza la mano, bandiera rossa e gara sospesa.

SBK Monza 2012 Gara 2
Tutti gli inseguitori subito dopo la Curva Grande alzano il braccio per far sospendere la gara – Photo Credit: WorldSBK.com

La Race Direction decide di non far ripartire la gara e non avendo completato il 60% dei giri previsti viene assegnato metà punteggio. Il pubblico non gradisce ed una raffica di fischi, pollici versi e altre dita alzate “salutano” il passaggio dei piloti, mentre la pioggia non cade più. A fine gara non mancano le polemiche per la decisione presa, dovuta ad un’eccessiva prudenza e che ha levato una vittoria piena certa a Sykes.

SEGUICI SU:

© RIPRODUZIONE RISERVATA