Scott Redding è uno dei piloti che ha più sorpreso nel corso dei test di Aragón e Jerez della SBK. La Ducati riuscirà con il pilota inglese a riconquistare il titolo piloti dopo nove anni ?

SBK Scott Redding – Il pilota inglese sarà il pilota giusto per riportare il titolo piloti in casa Ducati dopo nove anni ?

SBK Scott Redding – Il trionfo nel 2019 in BSB

L’approdo di Scott Redding in WorldSBK con Ducati Aruba nel 2020 ha diviso il pubblico delle due ruote. Il pilota inglese aveva fatto vedere il suo talento nel motomondiale, in particolare in Moto2 nel 2013 dove divenne vicecampione del mondo. Redding ha avuto però anche annate molto negative, in particolare dal 2016 al 2018 in MotoGP dove ottenne pessimi risultati, che di conseguenza non furono sufficienti per rimanere nel campionato di moto più importante del mondo.

SBK Scott Redding Ducati
Nei test di Aragon e Jerez, Redding è stato tra i più veloci – Photo Credit: WorldSBK.com

A questo vanno poi aggiunti anche numerosi video molto discutibili nei suoi profili social che hanno di fatto diviso l’opinione pubblica. Nel 2019 Redding si riscatta dai vari fallimenti nel motomondiale e vince il campionato Superbike del BSB con Ducati. Questa vittoria è valsa la chiamata della scuderia di Borgo Panigale del WSBK, che lo ha premiato, facendolo diventare il compagno di squadra di Chaz Davies nel 2020.

SBK Scott Redding – Il pilota giusto per Ducati ?

Nel corso dei test di Aragon e Jerez, Redding ha sorpreso in positivo un po’ tutti. Il pilota inglese infatti, ha concluso i test rispettivamente in prima e quinta posizione, sempre come il migliore tra le Ducati e dai risultati di questa pre-season sembra essere uno dei possibili piloti che possono ambire al titolo piloti della WorldSBK. Ducati darà il massimo al pilota inglese, anche perché il titolo piloti nella scuderia di Borgo Panigale manca dal 2011 con Carlos Checa.

SBK Scott Redding Ducati BSB
Il trionfo in BSB di Scott Redding- Photo Credit: officialBSB Instagram

Il titolo vinto nel BSB ha portato Redding ad essere più pilota e la celebrazioni di rito, caratterizzate dal suo personaggio, è stata una delle più belle e divertenti di questo decennio di motorsport. Due punti a sfavore di Redding di questo primo mondiale SBK sono: il dover correre in quattro tracciati dove lui non ha mai corso, mentre Rea e gli altri piloti in lotta per il titolo invece si (Imola, Portimao, Magny-Cours e San Juan) e le già due cadute avvenute nel corso dei test, che possono essere un problema se si verificassero nel corso della stagione.

SEGUICI SU:

© RIPRODUZIONE RISERVATA