Calcio

Serie A, Inter – Sassuolo 1-2: Iachini affonda Spalletti

In Serie A il Sassuolo, con una gara da incorniciare, batte in trasferta l’Inter, che ora potrebbe dire addio alla Champions League.

Al “Meazza” l’Inter cade contro il Sassuolo, ed il sogno Champions League potrebbe svanire favorendo invece la Lazio.

Mugugni – La formazione di Spalletti si incarica, come previsto, di fare la partita, mentre il Sassuolo, dal canto suo, che a questo campionato non ha più molto da chiedere, tiene bene il campo, senza rischiare inutili affondi offensivi.

La manovra dei nerazzurri è però lenta, macchinosa, ed a nulla valgono le incessanti indicazioni di Spalletti dalla panchina. A trasformare inaspettatamente la serata di Icardi e compagni in un mezzo incubo, ci pensa al 24′ Politano.

L’attaccante si incarica di battere una punizione fuori area conquistata da Adjapong e che comporta il giallo a Brozovic, la barriera interista si scompone sin troppo al momento della battuta, permettendo così al pallone calciato dal numero 16 del Sassuolo di sorprendere sull’angolino basso di sinistro Handanovic.

L’Inter prova a reagire con una conclusione di Brozovic dalla media distanza che Consigli riesce a mettere in angolo. Pur rischiando qualcosa, i padroni di casa spingono molto. Icardi trova il gol al 42′, ma nell’occasione è in fuorigioco.

Proprio allo scadere lo stesso attaccante argentino ha l’occasione di riportare il match in parità, ma Consigli si oppone alla grande alla battuta dalla corta distanza del capitano interista.

Il “Meazza” non perdona la propria squadra al momento di lasciare il campo per il riposo di metà gara, accompagnandone il rientro nello spogliatoio con più di qualche mugugno.

Spalletti – In apertura di secondo tempo Candreva si fa pericoloso nell’area del Sassuolo, che tuttavia neutralizza in corner la discesa dell’esterno interista, mentre sul versante opposto, Berardi prima e Duncan poi, si fanno minacciosi con conclusioni dai 20 metri.

Le squadre si affrontano a viso aperto, e nello scontro all’arma bianca non è fortunato un tiro dal limite dell’area di Rafinha, dal momento che Consigli, ancora lui, trova il modo di respingere la sfera calciata dal brasiliano classe ’93.

Quella che si sviluppa è una gara bella, dai ritmi certamente alti, nella quale viene facile apprezzare tanto gli sforzi dell’Inter di centrare il pareggio, tanto quelli del Sassuolo di resistere agli attacchi degli avversari e tentare al contempo la strada per il raddoppio.

Ciò che semmai viene a mancare nella serata è il contributo di Icardi, annullato dalla retroguardia neroverde e nell’insieme poco partecipe allo sviluppo della manovra dei suoi.

Il capitano interista prova a scuotersi al 70′, ma la sua conclusione dalla corta distanza è ancora fermata da Consigli, aiutato nella circostanza dalla fortuna e… dal suo fondo schiena.

Solo due minuti e Berardi gela i tifosi interisti con un gol di pregevole fattura. Gol pesantissimo, che serve davvero poco alla classifica serena del Sassuolo, ma che allontana (e potenzialmente esclude) l’Inter dalla corsa Champions League.

A riaccendere le speranze dell’Inter ci pensa il gol di Rafinha al 79′, rete che potrebbe essere seguita dal gol di Icardi solo due minuti più avanti, ma la serataccia dell’argentino è confermata ancora una volta, dall’ennesima conclusione ribattuta da Consigli.

In campo sale la tensione, l’Inter spende le ultime cartucce buone per arrivare al pareggio che non si concretizzerà.

Spalletti ed i suoi ora rischiano di dover lasciare alla Lazio l’ultimo posto buono per entrare nella Champions League del prossimo anno.

Il Sassuolo, già salvo da tempo, si toglie invece una soddisfazione non da poco, e questo renderà di certo più dolce il saluto al proprio pubblico nell’ultima di campionato.

Il tabellino

Serie A 37a giornata

Inter – Sassuolo 1-2

Marcatori: 24′ Politano (S), 72′ Berardi (S), 79′ Rafinha (I)

(Primo tempo 0-1)

Inter (4-2-3-1): Handanovic; Cancelo, Skriniar, Ranocchia (76′ B. Valero), D’Ambrosio; Vecino (71′ Eder), Brozovic; Candreva (58′ Karamoh), Rafinha, Perisic; Icardi. A disp.: Padelli, Berni, Santon, Dalbert, Lopez, Pinamonti, Gagliardini. All.: L. Spalletti

Roma (3-5-2): Consigli; Lemos (84′ Letschert), Acerbi, Dell’Orco; Adjapong, Missiroli, Magnanelli, Duncan, Rogerio; Politano (71′ Babacar), Berardi (79′ Ragusa). A disp.: Pegolo, Biondini, Ferrini, Frattesi, Cassata, Mazzitelli, Matri, Pierini. All.: G. Iachini

Arbitro: R. Abisso

Note – Ammoniti: Berardi (S), Brozovic (I), Acerbi (S)

(Fonte foto: pagina FB Inter)

Adriano Fiorini

"Lo sport va a cercare la paura per dominarla, la fatica per trionfarne, la difficoltà per vincerla." (cit. Pierre De Coubertin). C'è allora qualcosa di più divertente da raccontare?
Back to top button