Una nuova ed emozionante giornata di Serie A sta per avere inizio. La lotta per lo scudetto continua tra le prime tre, mentre sono sempre di più le squadre che possono ambire all’Europa League. SPAL e Brescia cambiano allenatore per dare una svolta al loro percorso.

Per restare in Serie A

LECCE-SPAL: I giallorossi pugliesi raccolgono i tre punti contro il Napoli e si preparano ad affrontare la SPAL in un match valido per la salvezza. Momento delicato per la squadra di Ferrara. Semplici viene esonerato dopo la sconfitta contro il Sassuolo. Al suo posto arriva Di Biagio pronto a rilanciare la squadra fin da subito.

BOLOGNA-GENOA: Buon momento per il Bologna di Mihajlovic. La vittoria contro la Roma aumenta il morale e porta i rossoblù molto vicini alla zona Europa League. Anche la squadra di Nicola vive un buon momento. Il Genoa viene da tre risultati utili consecutivi, che hanno permesso di ottenere il terzultimo posto in classifica (superando così Brescia e SPAL).

ATALANTA-ROMA: A Bergamo l’Atalanta difende il quarto posto in Serie A dall’attacco della Roma. Sebbene siano tre i punti che separano i giallorossi dai nerazzurri, il momento della squadra di Fonseca è assai delicato. Dopo i diversi infortuni, la rosa giallorossa comincia a risentire dei pochi cambi, mostrando un gioco prevedibile e dimostrando di essere molto fragile in difesa. Al contrario la Dea si presenta alla sfida in ottima forma. Il recupero di Zapata ha dato una nuova forza alla squadra di Gasperini.

La lotta per lo scudetto

UDINESE-HELLAS VERONA: Squadra rivelazione di questa Serie A è l’Hellas Verona. Juric ottieni diversi risultati utili consecutivi (l’ultimo con la Juventus), conquistando così il sesto posto valido per l’Europa League. Udinese che deve invece fare attenzione a non essere coinvolta nella lotta per la retrocessione (distante sei punti).

JUVENTUS-BRESCIA: Il Brescia affronta la prima in classifica con un nuovo allenatore, Diego Lopez. Le Rondinelle vogliono invertire la rotta per puntare alla salvezza. I bianconeri riescono ad agguantare il pareggio solo nel finale di gara contro il Milan (in Coppa Italia). La squadra di Sarri non vive un buon momento sul piano del gioco, per questo si affida molto alla tecnica e al valora dei singoli.

SAMPDORIA-FIORENTINA: A Genova la Sampdoria vuole tentare il sorpasso sulla stessa Fiorentina. L’ultima vittoria della squadra di Ranieri è stata decisiva per staccare le compagini in lotta per non retrocedere. I viola, invece, vengono da due sconfitte consecutive e sono in cerca di una vittoria per rialzarsi e recuperare posizioni in classifica.

SASSUOLO-PARMA: Una Serie A positiva per entrambe le squadre. Il grande attacco neroverde risolve ogni partita. Anche il Parma si presenta con diversi uomini in forma. Inoltre, negli ultimi giorni, la squadra di D’Aversa ha accettato le scuse di Gervinho, consentendo all’ivoriano di rientrare in rosa.

CAGLIARI-NAPOLI: I rossoblù non vivono un gran momento. La vittoria manca da diverse gare e il gioco espresso non sembra essere lo stesso di inizio stagione. In questo turno, l’avversaria è il Napoli. Gattuso ha cambiato volto alla squadra, ripartendo dalle basi e soprattutto cambiando molto dello stile di gioco degli azzurri.

LAZIO-INTER: All’Olimpico di Roma si affrontano seconda contro terza. Uno scontro che potrebbe decidere definitivamente chi sarà la squadra che sfiderà fino alla fine la Juventus per vincere lo scudetto. Entrambe le squadre non stanno mostrando un gioco esaltante. La concretezza degli attaccanti ha fatto la differenza per la squadra di Inzaghi nell’ultimo turno. Ciò che invece ha permesso all’Inter di vincere il derby è stata la carica dello stesso allenatore. Nonostante questo fattore, l’Inter ha perso in casa la semifinale di andata di Coppa Italia contro il Napoli.

Il match di San Siro

MILAN-TORINO: Il pareggio in Coppa Italia contro la Juventus rilancia i rossoneri di Pioli. Nonostante il pareggio arrivato nel finale su un rigore dubbio, il Milan ha messo in mostra una buona condizione, dimostrandosi spesso superiore alla Juventus. Momento nero per il Torino. Anche con il cambio dell’allenatore, la squadra non ha dimostrato quella voglia di vincere che lo stesso Longo si aspettava.

https://metropolitanmagazine.it/wp-admin/post.php?post=265557&action=edit

© RIPRODUZIONE RISERVATA