Serie A mai in vacanza: la Juventus frena, bene invece Lazio e Sampdoria.

Foto dell'autore

Di Redazione Metropolitan

La diciottesima giornata del campionato di Serie A si gioca durante le feste natalizie. Vista la vicinanza al prossimo turno del 29 Gennaio, molte squadre potrebbero decidere di fare del turnover. La giornata si apre con il pareggio dei rossoneri di Gattuso a Frosinone contro la squadra di Baroni per 0-0.

ATALANTA-JUVENTUS: Campo principale del pomeriggio sarà sicuramente l’Atleti Azzurri d’Italia, dove la Juventus sfida l’Atalanta di Gasperini. Per i padroni di casa è un ottimo periodo. Nonostante la brutta caduta a Genova, i nerazzurri maturano ancora il sogno Champions League, per questo motivo vorranno rovinare il pomeriggio alla squadra di Allegri, attualmente sempre più prima in classifica.

BOLOGNA-LAZIO: Scontro in famiglia quello che va in scena al Dall’Ara. I fratelli Inzaghi si scontrano per tre punti importantissimi per la stagione di entrambi. Se l’allenatore dei rossoblu è in cerca di punti salvezza per restare così attaccato alla sua panchina, l’allenatore biancoceleste, invece, vuole cercare di tenere lontane le possibili rivali per il quarto posto in Serie A.

CAGLIARI-GENOA: La sfida tra i rossoblu del Cagliari e quelli del Genoa ha il sapore di salvezza. Essendo separati da soli due punti in questo campionato di Serie A (i padroni di casa sono a quota 17, mentre gli ospiti sono fermi a 19), la vittoria di una delle due lascerebbe pericolosamente vicina alla zona rossa l’altra. Da notare l’inversione di marcia della squadra di Genova con l’arrivo in panchina di Prandelli.

FIORENTINA-PARMA: I viola di Pioli vogliono trovare la terza vittoria consecutiva, dopo i successi contro Milan e Empoli, così da ambire anche loro al quarto posto in Serie A. Il Parma è più che deciso a fare di più rispetto alle aspettative di inizio stagione. Con una vittoria, infatti, gli ospiti si avvicinerebbero sempre più alla zona Europa League.

SAMPDORIA-CHIEVO VERONA: La lotta per il quarto posto per il campionato di Serie A coinvolge anche la squadra di Giampaolo. Vincere sarebbe importante per i padroni di casa, ma anche gli ospiti hanno validi motivi per portare a casa i tre punti. Di Carlo e i suoi giocatori sono determinati a risalire la classifica e ad abbandonare la zona rossa del campionato.

CRONACA:

ATALANTA-JUVENTUSSubito Juventus in vantaggio grazie all’autogol clamoroso di Djimsiti al 2’, 0-1. Intervento goffo del difensore nerazzurro. Traversa di Bentancur su assist di Dybala al 7’, la squadra di Allegri più vicina al doppio vantaggio. Contropiede importante dell’Atalanta, che sfrutta un errore di Bonucci, ma Zapata conclude male all’8’. Ci prova Dybala dalla distanza ma la palla esce alta sopra la traversa al 10’. Punizione a giro al 16’ di Gomez, ma il portiere bianconero para in due tempi. Arriva il pareggio di Zapata, che sposta Bonucci con il fisico e insacca con un bel diagonale al 24’, 1-1. Assedio dell’Atalanta che prova più volte a calciare in porta, ma la difesa della Juventus con difficoltà allontana la minaccia al 35’. Il primo tempo termina 1-1. Juventus in dieci per l’espulsione di Bentancur al 53’. Zapata porta avanti l’Atalanta sugli sviluppi di un calcio d’angolo al 56’, 2-1. Vicino al gol l’Atalanta con Gosens al 75’. La Juventus pareggia con Cristiano Ronaldo al 78’ con un bel colpo di testa, 2-2. Decisi tre minuti di recupero. La partita termina 2-2.

BOLOGNA-LAZIO: In un bellissimo clima inizia Bologna-Lazio. La Lazio fa la partita, mentre il Bologna cerca di ripartire in contropiede. Gli ospiti passano in vantaggio con il gol di Luis Felipe al 30′ sull’assist di Luis Alberto, 0-1. La squadra romana domina la partita. Il primo tempo termina 0-1. Nella ripresa il Bologna continua a subire l’iniziativa della squadra biancoceleste, senza rendersi pericoloso. Infatti il raddoppio della Lazio arriva con Lulic, su assist di Luis Felipe, all’89’, 0-2. La partita termina 0-2.

CAGLIARI-GENOA: Ci prova Piatek da posizione defilata, ma il portiere del Cagliari gli nega il gol al 9’. Esce Joao Pedro per infortunio al 12’, mentre anche il capitano del Genoa di Criscito accusa qualche problema. Prova ad alzare il pressing il Cagliari. Contropiede portato avanti da Barella e concluso dallo stesso con un bel tiro a giro, ma la difesa del Parma devia il pallone in angolo al 30’. Soffre il Cagliari nel finale di gara. Decisi tre minuti di recupero. Gol di Farias al 45’+3 colpendo al volo un bel pallone crossato dai pressi della bandierina, 1-0. Il primo tempo termina 1-0. Vicino al pareggio il Genoa con il tiro in diagonale di Bessa al 50’. Ancora Bessa, questa volta inquadra la porta, ma il portiere del Cagliari mette in angolo al 51’. Anche Kouamé calcia in porta da posizione defilata e il portiere cagliaritano mette in angolo al 54’. Farias si divora il gol del due a 0, sbagliando il diagonale facile per battere Radu al 60’. Palo di Barella, calciando al volo dopo un controllo perfetto al 65’. La partita termina  1-0.

FIORENTINA-PARMA: Ci prova Benassi, dopo aver ricevuto il pallone da Chiesa, ma Sepe allontana la minaccia al 4’. Chiesa particolarmente attivo. Continua ad attaccare la Fiorentina senza però sfondare le difese del Parma. Vantaggio a sorpresa del Parma. Inglese sfrutta un errore di Vitor Hugo e batte Lafont con un bel tiro al 45’+1, 0-1. Il primo tempo termina 0-1. Espulso Vitor Hugo al 65’ per fallo da ultimo uomo. La partita termina 0-1.

SAMPDORIA-CHIEVO VERONA: Errore incredibile di Stepinski all’8’, poi la difesa allontana la minaccia. Alza il pressing la Sampdoria. Obi deve lasciare il campo a causa di un problema muscolare al 15’. La difesa della Sampdoria subisce spesso l’iniziativa del Chievo in questi minuti di gioco. Attacca con insistenza il Chievo e la Sampdoria non riesce a riaprire. Il primo tempo termina 0-0. Nella ripresa segna un gol eccezionale di tacco al volo al 47’ Quagliarella, 1-0. Ramirez raddoppia per la Sampdoria con il destro, sfruttando l’assist di Murru al 59’, 2-0.  Quagliarella tira una sassata centrale che sbatte sulla traversa e ritorna in campo all’83’. La partita termina 2-0.

di Luigi Giannelli

https://metropolitanmagazine.it/wp-admin/post.php?post=130987&action=edit