Dopo il summit di questo pomeriggio è arrivata la fumata bianca per la Serie A: si riparte il 20 Giugno. Questo è quanto è stato deciso alla riunione con il Comitato tecnico scientifico che ha reputato valido il protocollo proposto dalla FIGC. Nel caso in cui il campionato dovesse fermarsi nuovamente, ci sarebbero già dei piani di riserva pronti come ha spiegato il ministro dello sport Spadafora. Si è parlato poi anche di Coppa Italia e sono state delineate due possibili date per disputare le semifinali e la finale ovvero, il 13 e il 17 Giugno.

Ripartenza della Serie A: le parole di Spadafora

Di seguito le parole del ministro dello sport Vincenzo Spadafora al termine della riunione per la ripartenza del campionato di Serie A:

“La riunione è stata molto utile ora l’Italia sta ripartendo ed è giusto che riparta anche il calcio. Oggi era arrivato l’ok del Cts al protocollo Figc, che confermava l’obbligo della quarantena fiduciaria in caso di positività di un giocatore e assicurava che il percorso dei tamponi dei calciatori non potrà ledere il percorso dei tamponi degli italiani. Se la curva dei contagi muterà e il campionato sarà costretto a fermarsi di nuovo, la Figc mi ha assicurato l’esistenza un piano B, i playoff, e di un piano C, la cristallizzazione della classifica. Alla luce di tutto questo possiamo dire che il campionato riprenderà il 20 giugno. C’è poi la possibilità che il 13 e il 17 si possano disputare le semifinali e la finale di Coppa Italia”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA