Calcio

Serie A, Spezia-Crotone è un ottovolante di emozioni: 3-2 il finale

Un ottovolante di emozioni nell’anticipo di Serie A Spezia-Crotone. Gli ospiti vanno in vantaggio due volte e vengono puntualmente ripresi dai padroni di casa capaci di non arrendersi mai al parziale imposto dai calabresi. La rete definitiva della vittoria arriva in pieno recupero (goal di Erlic): sono tre punti fondamentali per i bianconeri nella corsa salvezza. Vincenzo Italiano, adesso, è a +10 dalla zona rossa. Serse Cosmi sempre più condannato alla Serie B.

Serie A, Spezia-Crotone: la partita

Il primo approccio di gara sorride allo Spezia di Vincenzo Italiano che prende il centro del ring. Ma è il Crotone di Serse Cosmi a pungere: al 12′ Benali si presenta in area di rigore e calcia in diagonale, bravo Provedel a chiudere. Al 18′ è ancora il calciatore libico ad accendere i suoi, stavolta in veste di assist-man: il calciatore africano mette al centro per Ounas che colpisce di testa, ma debolmente. I primi quarantacinque minuto di gioco vedono, sorprendentemente, gli ospiti in costante proiezione offensiva con i padroni di casa costretti a rincorrere. Al 40′ i calabresi incassano lo sforzo: uscita con i pugni dell’estremo difensore spezzino, il rimbalzo è catturato dagli squali con la sfera che arriva nelle disponibilità di Djidji, ex difensore del Torino, che, girato di spalle rispetto alla porta avversaria, gira di prima intenzione, esce una palombella che sorprende Provedel.

Il secondo tempo ed il finale pazzesco

Come previsto, l’inizio del secondo tempo è di marca Spezia che, rabbiosamente, tenta di prendere il comando delle operazioni con l’obiettivo di trovare immediatamente il pareggio. Gli attacchi, però, non portano veri problemi dalle parti di Cordaz. La maggior propensione offensiva dei liguri viene premiata al 63′ quando Marchizza recapita sul piede di Verde, attraverso una sponda aerea, un pallone da spingere in rete: l’ex Roma batte l’estremo difensore crotonese con un destro secco che regala il punto del pareggio. I bianconeri sembrano ringalluzziti definitivamente dal pari, ma nel loro momento migliore vengono nuovamente puniti dai calabresi: al 78′ Ounas pesca Zanellato che taglia fuori tutta la difesa spezzina, il cross al centro dell’area è girato in rete dal solito Simy che, nuovamente a sorpresa, riporta avanti i calabresi. È un saliscendi di emozioni al Picco: al 89′ è Maggiore, tutto solo in area, a riportare in pari il risultato.

Finito tutto qui? Neanche per sogno: dopo tre minuti dal pareggio, lo Spezia trova il clamoroso goal del sorpasso con Erlic che raccoglie la respinta della traversa, colta dal colpo di testa di Ismajli ed insacca in rete. Una vittoria fondamentale nella corsa salvezza per i bianconeri che condannano, forse definitivamente, il Crotone alla Serie B.

Seguici su Metropolitan Magazine

Back to top button