CalcioSport

Alla scoperta degli attaccanti della Serie B

Attaccanti di spessore, giovani talenti pronti ad esplodere e diverse sorprese: ecco chi saranno i protagonisti di questa stagione di Serie B.

Dal campionato cadetto sono passati tanti attaccanti che poi sono riusciti ad affermarsi a livello internazionale. Altri invece, sono stati in grado di ritrovare il feeling con il gol, facendo così ripartire alla grande la propria carriera. Si può dire che la B sia stata davvero una rampa di lancio per tanti giocatori ed è probabile che sia così anche per questa annata.

L’anno scorso, il titolo di capocannoniere se lo era aggiudicato Alfredo Donnarumma, grazie ai 25 gol segnati con la maglia del Brescia, fondamentali per raggiungere la promozione. Per questa stagione dunque, toccherà a qualcun altro raccogliere la sua eredità. Ecco che, a questo punto, la domanda sorge spontanea: chi sarà il goleador dell’anno?

attaccanti
Brescia-Hellas Verona 4-2, l’esultanza delle Rondinelle. Photo credit: bresciacalcio.it

Per adesso tra gli attaccanti spicca Iemmello

E’ difficile cercare di capire chi potrebbe rivelarsi il miglior cannoniere quest’anno, anche perché ci sono tantissime variabili da tenere in considerazione del tutto imprevedibili. Ad ogni modo, si possono già individuare i possibili protagonisti. Tra questi c’è sicuramente Pietro Iemmello del Perugia, attualmente in vetta alla classifica marcatori per via dei suoi 3 gol segnati nelle 2 partite di campionato disputate. Una partenza niente male per l’attaccante, che l’anno scorso con la maglia del Foggia era riuscito a siglare solo 7 reti.

Vecchie conoscenze della Serie A

Da tenere sotto stretta sorveglianza ci sono poi diversi giocatori che hanno già calcato i campi della Serie A. Il primo tra questi è Simy del Crotone, che finora si è dimostrato davvero un valido attaccante. Con la maglia rossoblù addosso, è andato a segno per ben 26 volte, di cui 10 nella massima serie e 16 nel campionato cadetto. Questa potrebbe essere la stagione della sua definitiva consacrazione.

Attenzione anche a Djordjevic, che sembra deciso a ripartire. L’ex centravanti della Lazio aveva cominciato molto bene nella sua prima stagione in Italia, ma poi dopo il brutto infortunio che lo aveva colpito non era più riuscito a riprendersi. Quest’anno è già riuscito a sbloccarsi e chissà che non trovi la dimensione più adatta per esprimersi al meglio.

Tra coloro che hanno militato nella massima serie devono essere segnalati anche gli attaccanti Galabinov e Sau. Il primo, dopo la parentesi con il Genoa, si è accasato allo Spezia, fornendo un valido aiuto per raggiungere il play-off lo scorso anno. L’attaccante sardo invece, potrebbe rivelarsi una piacevolissima sorpresa per il Benevento, che può già contare sul contributo di Coda (vicecapocannoniere lo scorso anno).

Spazio ai giovani, saranno i campioni del futuro?

Sono diverse anche le giovani promesse, che potrebbero ritagliarsi spazi importanti durante la stagione. Tra questi spiccano i nomi di tre italiani e il primo è quello di Luca Vido del Crotone. Il ragazzo, classe 1997, ha già esordito in Serie A nella stagione 2017-18 con la maglia dell’Atalanta e lo scorso anno in serie B con il Perugia è andato a segno per ben 10 volte.

La seconda promessa da segnalare è Gianluca Scamacca dell’Ascoli, che in questi giorni è impegnato con la nazionale U21, con cui tra l’altro ha segnato anche un gol contro la Moldavia. Infine bisognerà tenere d’occhio Marco Tumminello del Pescara, anche lui convocato da Nicolato per l’U21 e già a segno in questo campionato.

attaccanti
Scamacca convocato dall’U21. Photo credit: ascolicalcio1898.it

Back to top button